Estetica e benessere, la Cna
dichiara guerra all'abusivismo

di Grazia Sini
 (foto: Cna)
(foto: Cna)

SASSARI. L’abusivismo fa male non solo agli artigiani, ma anche nel campo dell’Estetica e del Benessere. Qui, infatti, nell'ultimo periodo si è assistito a un pullulare di nuove attività aperte da persone spesso prive delle competenze e qualifiche professionali necessarie. La denuncia arriva dalla Cna (Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa). 

Le associazioni di categoria, Cna Benessere e Sanità in primis, hanno dato vita a una serie di iniziative per garantire sicurezza ai cittadini e al proprio lavoro. Soprattutto la mancanza di requisiti igienici, infatti, è la causa di una lunga serie di “inconvenienti” che hanno prodotto seri problemi di salute. I trattamenti estetici eseguiti da persone non qualificate, infatti, mettono a rischio la salute di chi vi si sottopone dato che l’igiene non garantita e l’utilizzo di cosmetici e apparati fuori controllo o non a norma potrebbero causare, per esempio, allergie, dermatiti, eczemi, virosi cutanee, infezioni della pelle.
Dal Piemonte e dall’Emilia finalmente è partita una massiccia campagna informativa e di denuncia contro queste attività abusive che hanno già portato alla chiusura di numerose attività regolari.

Anche la Cna di Sassari vuole raccogliere le denunce degli artigiani del settore e trasmetterle alle autorità competenti. L'appuntamento è per lunedì 18 marzo dalle 15 alle 17 presso i locali della Cna provinciale di Sassari strada 18bis Predda Niedda (Sassari) per stabilire insieme le strategie d’azione.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Cna)