"Poderi al popolo", tutto il programma
dei 3 giorni dedicati all'agricoltura

 (foto: Comune di Tula)
(foto: Comune di Tula)

SASSARI. Prenderà il via giovedì la tre giorni del forum "Poderi al popolo" organizzato da Andalas de Amistade e dalla libreria Odradek.
Si parte il 14 marzo 2013 alle h 18,00 dalla Libreria Odradek, in Via Torre Tonda 42, con la presentazione del libro di Emanuele Gosamo  “Biologico a km 0”, a cui seguirà l’intervento del dottor Giuseppe Pulina, Direttore del Dipartimento di Agraria e Coordinatore della Conferenza Nazionale dei Direttori di Agraria. L’evento sarà moderato dalla dottoressa Marilena Budroni, docente di Microbiologia agraria presso l’Università di Sassari.
Il 15 marzo 2013 alle h 17,30, presso la sala Grotta del Centro Coopera, in Corso Trinità 161, si terrà l’incontro-dibattito dal titolo  "La terra è di tutti - confronto sul tema dell'accesso alla terra”. Ad aprire la discussione il Prof. Luciano Guttierrez, docente del Dipartimento di Agraria dell’Università di Sassari. L’incontro prevede gli interventi dei rappresentanti del Nucleo di Ricerca sulla Desertificazione del Dipartimento di Agraria e il racconto del caso emblematico del Libano sull’accesso alla terra. Iside Stevanin, Presidente del Consorzio delle Cooperative Sociali Andalas de Amistade, parlerà dell’agricoltura come strumento di emancipazione per le fasce più deboli. A seguire il prezioso contributo internazionale di Claudio Pozzi e Tiziana Cirelli, del WWOOF Italia, e di Terre de Liens, che parleranno dell’agricoltura come scambio di cultura e come possibilità di riscatto collettivo.  Infine gli interventi della Prof.ssa Rosanna Arru, dirigente dell’Istituto Agrario  Pellegrini di Sassari e degli agricoltori  Laura Fiori e P. Luigi Molino, che illustreranno  le difficoltà del fare agricoltura nel nostro territorio.
Poderi al popolo si chiude sabato 16 marzo 2013 a partire dalle h 10,00, presso la sala Grotta del Centro Coopera con un forum collettivo in cui i partecipanti, suddivisi in “gruppi a tema”, potranno scambiare idee, proposte e criticità, creando così un momento di riflessione condivisa e aperta alla cittadinanza. Un momento di scambio e cooperazione, con gli attori istituzionali, in particolare con gli assessorati di competenza, con gli attori del privato, con i gruppi e le associazioni che a vario titolo si occupano di agricoltura o accesso alla terra.
Ma poderi al popolo è un evento composito dove lo scambio del sapere, si unisce a quello del saper fare. Per questo motivo, durante i tre giorni associazioni e artisti organizzeranno una serie di eventi collaterali. Ci saranno il GAS (Gruppo di Acquisto Solidale) e l’ASA (Associazione Studenti di Agraria), che, in uno spazio informativo dedicato illustreranno la loro attività; ci sarà la possibilità di partecipare alla creazione di un orto verticale collettivo e a un workshop di agricoltura sinergica, di fare una  passeggiata esplorativa nella piana del Rosello per la creazione di un erbario, come di  preparare il proprio shampoo o sapone artigianalmente, ma anche assistere a un’estemporanea di disegno, ai laboratori creativi e racconti per bambini, e alla proiezione del documentario a tema.
Ma non solo scambio del sapere e del saper fare, durante questi tre giorni sarà presente un’area dedicata al baratto in cui sarà possibile scambiare liberamente semi e anche prodotti.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Comune di Tula)