Dinamo-Varese, sold out annunciato

 (foto: Max Turrini)
(foto: Max Turrini)

SASSARI. Quello fra Dinamo Banco di Sardegna seconda della classe e la Cimberio Varese capolista è l'attesissimo big match dell'ottava giornata di ritorno del campionato di Lega A Beko 2012-2013. Una gara da rosso sul calendario, una partita cui nessuno vuole mancare, un evento che coinvolge l'intero pubblico della città di Sassari e della Sardegna. Non è certo la prima volta che la biglietteria della Dinamo si trova a fronteggiare un vero e proprio assalto (playoff promozione, semifinali scudetto, campagne abbonamenti), il tutto esaurito era realtà prevedibile e conclamata. Le domande legate all'acquisto di biglietti per la sfida fra biancoblù e biancorossi già da mesi arrivavano agli uffici di via Pietro Nenni, tanto che la società era stata costretta a rifiutare richieste legate all'organizzazione di bus ad hoc da diversi paesi e città della Sardegna, Olbia, Cagliari, Nuoro e Oristano fra tutte. Fortunatamente la gara sarà ripresa e trasmessa in diretta da Rai Sport a partire dalle 20 di domenica 17 marzo in tutta l'Italia e Sardegna compresa.
 
Possibilità di acquisto. Per provare a venire incontro ai suoi tifosi, per dare cioè a tutti e in tutta la Sardegna la possibilità di acquistare i biglietti, la società biancoblù già dallo scorso anno aveva studiato un piano utile a diversificare i punti vendita e le modalità d'acquisto:
 
-Al Dinamo Store di via Pietro Nenni (sede centrale) a partire dalle 10
 
-Al Dinamo Point di via Carlo Alberto, a partire dalle 10
 
-Presso tutte le filiali dell'Isola e della penisola del Banco di Sardegna (orario apertura degli sportelli)
 
-Online sul sito www.dinamobasket.com attraverso la biglietteria ufficiale Best ticket dalle 09:00
 
Soldout. Come previsto e prevedibile l'afflusso e la richiesta è stata incredibile. Alle 8 del mattino, due ore prima dell'apertura fissata, un gruppetto di circa 20 persone attendeva già davanti agli uffici di via Nenni. I responsabili della biglietteria pochi minuti dopo le 8 e dopo aver acceso i terminali e verificato i collegamenti hanno anticipato l'apertura, onde evitare il crearsi di una lunga fila, e in rigoroso ordine d'arrivo hanno messo a disposizione i tagliandi disponibili sino a esaurimento. Alle 10:35 il cartello "Tutto Esaurito" ha purtroppo spento le speranze di oltre 60 persone ancora in coda. Lo stesso è accaduto presso le filiali del Banco di Sardegna, che hanno potuto accontentare solo i primi fortunatissimi clienti in coda all'apertura e quelli che, da casa o dall'ufficio, si sono collegati ad internet e sono riusciti a completare le pratiche di acquisto online.
 
La situazione.
Il PalaSerradimigni si è rivelato ancora una volta insufficiente ad accogliere le tante richieste pervenute dai paesini più sperduti dell'isola sino ad arrivare al capoluogo cagliaritano ed alla città di Sassari. Oltre ai poco più di 3600 abbonati, alcuni biglietti devono essere lasciati a disposizione degli sponsor del campionato (Beko, Paddy Power, Molten, Telecom ed altri ancora) che per regolamento hanno un numero di posti riservati in tutti i palazzetti d'Italia, mentre una quota di tagliandi devono essere necessariamente lasciati alla tifoseria ospite (da Varese sono previste non meno di 100 persone).
 

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Max Turrini)