"Biologico a Km 0" di Gosano
apre oggi il forum Poderi al popolo

L’appuntamento è alle 18,00 alla libreria Odradek
 (foto: SassariNotizie.com)
(foto: SassariNotizie.com)

SASSARI. Si apre oggi con la presentazione del libro "Biologico a Km 0" di Emanuele Gosamo la prima edizione di Poderi al popolo: forum sulla terra di tutti. L’appuntamento è alle 18,00 alla libreria Odradek in via Torre Tonda 42.

Emanuele Gosamo è un giovane agronomo di 27 anni. Il libro che presenta, “Biologico a Km 0”, è stato pubblicato dalla fondazione ICU (Istituto Consumatori e Utenti), che ha lo scopo di fornire a consumatori e utenti gli strumenti per difendere al meglio diritti e interessi.
Per perseguire questi obiettivi l’istituto, dal 2004, promuove il "Premio per le tesi di laurea sul consumo sostenibile”. Emanuele Gosamo nel 2011 si è aggiudicato questo prestigioso riconoscimento ed il suo volume, Biologico a km 0, è stato inserito nella “collana dei consumatori”  della Fondazione.“L’obiettivo del libro è quello di parlare, di divulgare i temi della filiera corta e del biologico a km 0" commenta Gosamo.

Quelle affrontate nel libro sono tematiche che stanno prendendo piede nell’immaginario collettivo, interessando sfere sempre più ampie dell’opinione pubblica. Secondo Gosamo è fondamentale comprendere che la campagna segue regole che vanno al di là del controllo dell’uomo. Spesso queste vengono ignorate perché l’uomo odierno è abituato a piegare tutto alle sue necessità, seguendo leggi arbitrarie  molto lontane da quelle che impone la natura, “ritengo sia necessaria una rivoluzione culturale del consumatore, una rivoluzione critica, una presa di coscienza individuale, una presa di responsabilità, che non si traduca in autarchia o isolazionismo, ma che rappresenti invece un’esortazione a sviluppare una coscienza critica del suo comportamento” continua l’autore.

Negli ultimi tempi si sente parlare spesso di ritorno alla terra come soluzione alla crisi economica che incombe, tuttavia, sottolinea Emanuele,  “bisogna considerare che, se da un lato lavorare la terra non richiede lo stesso sacrificio di un secolo fa, la vita in campagna non è facile. L’approccio alla terra deve essere quindi ragionato. Tornare alla terra significa affrontare un radicale cambiamento di vita. E’ necessaria una rottura, una preparazione culturale, una formazione e un’autentica passione. Ma è anche fondamentale confrontarsi con chi la terra la conosce e ne conosce gli strumenti di gestione sia economici che tecnici. E’ necessario quindi distaccarsi dall’idea romantica e bucolica della campagna, intesa come rifugio, e porsi di fronte alla realtà”.

L’incontro, introdotto da Giuseppe Pulina e moderato da Marilena Budroni del dipartimento di Agraria di Sassari, vuole essere un’azione divulgativa che va al di là dei tecnicismi, un'introduzione a un approccio culturale che riconosce al consumatore un ruolo attivo e consapevole.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: SassariNotizie.com)