Mostra fotografica su Chernobyl
in città fino al 18 aprile

di Michele Spanu | Twitter: @MicheleSpanu84
L'impianto di Chernobyl
L'impianto di Chernobyl

SASSARI. Verrà inaugurata stasera, alle 17.30, la mostra fotografica dedicata al disastro di Chernobyl. L'esposizione, ospitata presso la sede dell'Afarp, nell'ex ospedale psichiatrico Rizzeddu, si intitola "Certificate No. 000358 - Il costo umano di una catastrofe nucleare". L'idea dell'iniziativa è del gruppo locale di Greenpeace Sassari: una scelta nata da una duplice esigenza; da un lato, ricordare il terribile incidente nucleare che nel 1986 sconvolse l'allora Urss e il pianeta intero e, dall'altro, mettere in evidenza le ferite che l'uomo riesce a causare ai suoi simile. La scelta del luogo, da questo punto di vista, non è casuale: l'Afarp (www.afarp.info) è un associazione che riunisce utenti del dipartimento di salute mentale ed i loro familiari e si propone, attraverso le opportunità culturali e di socializzazione in genere, l'abbattimento dello stigma, l'inserimento e il reinserimento delle persone affette da disturbo mentale.

La mostra sarà visitabile fino al 18 aprile. L'esposizione, aperta anche a scolaresche e gruppo organizzati, si concentra su vari aspetti, tra cui la salute e l'assistenza sanitaria erogata a milioni di persone colpite dalle radiazioni. Le vicende personali si mescolano a paesaggi che ritraggono zone abbandonate dall'uomo e contaminate, storie di vita quotidiana in città e paesi contaminati, centri medici, oltre a una serie di ritratti di persone affette da malattie causate dalle radiazioni. Robert Knoth, uno dei premiati al "World Press Photo 2006", ha realizzato diversi reportage attorno a Cernobyl per Greenpeace, con l'obiettivo di sottolineare le conseguenze umane dell'incidente che ha colpito la regione il 26 aprile 1986.

Durante il periodo di esposizione, in collaborazione con la libreria Odradek, verranno presentate letture tematiche finalizzate ad approfondire i pericoli legati all'utilizzo dell'energia nucleare.

Orari: Lun-Sab 17.30-20.30 / Dom 15.30-20.00


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • L'impianto di Chernobyl