L'Anmic Dinamo si consola
con un terzo posto in Coppa Italia

Berdun al tiro (foto: Ufficio stampa Anmic Dinamo)
Berdun al tiro (foto: Ufficio stampa Anmic Dinamo)

SASSARI. Sconfitta dal Santa Lucia Roma in semifinale per 65-52  la squadra sassarese si è rifatta nella finalina di consolazione della Coppa Italia battendo il Santo Stefano Marche 71-66. Il trofeo è andato agli organizzatori della Briantea 84 Cantù che al palazzetto di Seveso hanno superato i campioni italiani del S. Lucia per 59-50. Final Four quindi più amara che dolce per l'Anmic Dinamo che contava di riportare a Sassari quella Coppa Italia che manca dal 2002. Determinante in negativo la semifinale con Roma, persa dopo un buonissimo primo tempo che aveva portato i sassaresi allenati da Marco Bergna anche sul +12. Raggiunta e superata nel finale della terza frazione (43-42) l'Anmic ha ceduto di schianto finendo a -10 sotto le triple di un ispiratissimo Moukhariq (5/8).

Andamento opposto nella finalina per il terzo posto: avvio molto difficoltoso, col S. Stefano avanti ben presto in doppia cifra (4-15) e così resta sino al terzo quarto: 41-51. Ma nell'ultima frazione scatta l'orgoglio e l'Anmic Dinamo difende benissimo e soprattutto segna tanto. Inizia Berdun con una tripla, sulla sua scia un Ness letale e il sempre positivo Curle. Aggancio e sorpasso al 38' con canestro e libero di Berdun (65-64). Lo scatenato argentino segna anche tutti i punti finali, portando al successo la squadra. Da segnalare pure le buone prestazioni dei sassaresi Spanu e Cherchi.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Berdun al tiro (foto: Ufficio stampa Anmic Dinamo)