Dinamo, notte di estasi totale
Varese sconfitta all'ultimo tiro

di Daniele Giola
 (foto: Max Turrini)
(foto: Max Turrini)

SASSARI. Una parabola magica e un boato indescrivibile. Poco più di due secondi alla fine di una delle partite più intense della stagione. Come nella gara dell'andata è la Dinamo a giocare l'ultimo possesso contro Varese. Come nella gara d'andata c'è un ultima possibilità per ribaltare uno svantaggio minimo. La palla finisce nelle mani di un veterano come Bootsy Thornton: leggera torsione del busto, tiro, canestro, vittoria. E' il punto del 76-75, quello che vendica lo sfortunato tentativo di Vanuzzo nel 85-84 dello scorso 18 novembre, quello che rilancia prepotentemente la Dinamo nella corsa al primo posto finale (nel caso di arrivo a pari punti si dovrà ora confrontare la differenza canestri totale).

Un successo arrivato dopo quaranti minuti tiratissimi, dove le non buone percentuali dalla distanza (7/22  per la Dinamo, 3/21 per Varese), sono state ampiamente bilanciate da duelli incandescenti in ogni angolo del campo e da una battaglia che i cinquemila del PalaSerradimigni difficilmente dimenticheranno. Determinante insieme a Thornton (per lui 13 punti) il solito Drake Diener, autore di 23 punti, meno Travis Diener (6 punti e 6 assist) che si è reciprocamente annullato nell'attesa sfida con Green (8 punti e 5 assist). Inutili, infine, i 25 punti di un ottimo Dunston e i 15 di Banks. Entrambe le squadre sono ora a quota 36 in classifica. Da sottolineare che la partita, oltre a regalare emozioni in campo, ha toccato profondamente gli animi dei presenti con il minuto di raccoglimento e il lunghissimo applauso dedicato a Davide Prota, Sara Pisano e i due gemellini Emma e Francesco, "quattro angeli biancoblù" scomparsi tragicamente pochi giorni fa in un incidente stradale.

La sfida. Dinamo tonica e aggressiva in avvio, caricata anche dalla splendida coreografia e dai cori incensanti del Commando. I cugini Diener e Easley firmano il primo break dell'incontro: 9-2. Come era ipotizzabile Varese subisce inizialmente l'effetto PalaSerradimigni ma si rimette subito in carreggiata con Sakota e Dunston: 9-7. Si gioca su ritmi elevati. La Dinamo sembra avere più fame, spinge nuovamente sull'acceleratore sull'asse Thornton-Ignerski: 13-7. Drake Diener  griffa il primo vantaggio in doppia cifra: 19-9, ma nel finale di quarto è Varese a far girare meglio i propri ingranaggi. Green accende la luce e il quarto si conclude 21-18 (per la Dinamo) . Il motivo della sfida non cambia nei primi due minuti del secondo quarto. Varese mostra i muscoli, domina a rimbalzo,  pareggia e sorpassa con Dunston (21-23) e costringe i biancoblù ad alcuni "forzati". Sacchetti chiama time out, ma ci vuole uno stoppone di Devecchi (su Dunston) per ridare la carica ai biancoblù.  Un gioco da tre di Drake vale un nuovo vantaggio dei padroni di casa: 25-23, ma da questo momento sono le difese a dominare. Si segna poco,  ma si gioca sul punto a punto, il quarto si chiude sul 35-35. Dunston due volte nei primi secondi del terzo quarto, la Dinamo sbaglia troppo con Thornton e Easley. Anche Travis non sembra nella sua miglior giornata (solo 4 punti fin qui) e Varese corre via 39-46. Dinamo nelle mani del solo Drake: 42-46. Serataccia nel tiro da tre per entrambe. Dunston fa quello che vuole nell'area colorata (42-48). Drake Diener non ci sta: 45-48. Thornton subisce un fallo, si fa male a un occhio. Varese riparte in contropiede, ma lui non molla e  stoppa Dunston. E' la seconda scossa di adrenalina. Il pubblico si infiamma. Ignerski spara da tre: 48-48  a un minuto dalla sirena. Banks 48-50. Il quarto i chiude con due liberi di Green per il più quattro di Varese. La sensazione è che la formazione lombarda ne abbia un po' di più, ma la Dinamo ha energie nascoste. Resiste e ricucisce lo svantaggio con Devecchi e Thornton: 59-59 a 6' 24'' dalla fine. Drake inchioda il 61-59. Green risponde 61-61. Brian Sacchetti  firma il 65-61, il pubblico esplode. Mancano quattro miinuti. Vanuzzo corregge un tiro di Travis e la Dinamo vola sul più sei: 67-61. Sembra fatta, ma è Varese che ora si mette il coltello fra i denti. Ancora Dunston 71-69. Travis sbaglia e Banks pareggia 71-71 a 56 secondi dalla fine. Dunston a 13 secondi dalla fine fa 1/2 dalla lunetta poi prende il rimbalzo e segna: è il canestro del 75-74 per Varese. C'è un ultima possibilità per la Dinamo: ci prova Thornton: canestro, sorpasso, vittoria.

Tabellini:
Dinamo Banco di Sardegna
: Devecchi 4, Thornton 13, Ignerski 7, Diener T. 6, Sacchetti B. 6, Diener D. 23, Vanuzzo 7, Pinton 2, Diliegro, Easley 8. All. Sacchetti
Cimberio Varese: Sakota 4, Banks 15, Rush, Talts 6, De Nicolao, Green 8, Vescovi, Bertoglio, Cerella, Ere 14, Polonara 3, Dunston 25. All.: Vitucci

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Max Turrini)