Cinema protagonista al Borderline
Serata dedicata al Queer Film Festival

 (foto: agendaonline.it)
(foto: agendaonline.it)

SASSARI. Venerdì 22 marzo saranno proiettati nelle sale del Borderline i cinque video vincitori della rassegna Sardinia Queer Film Festival e alcuni altri appositamente selezionati dai responsabili della rassegna dell’ARC. Attraverso il cinema l’ARC si propone di sensibilizzare la società, sui temi delle naturali differenze di orientamento sessuale e di identità di genere, e sulla necessità di raggiungere equivalenti diritti civili per tutti. Inoltre, attraverso il Festival, l’ARC persegue l’obiettivo di valorizzare e promuovere le produzioni cinematografiche, anche piccole e piccolissime, dedicate a questo tema; favorire il confronto e lo scambio culturale tra le produzioni di paesi diversi; offrire alla città di Cagliari la possibilità di conoscere un mondo cinematografico per lo più inesplorato.

Nella serata di venerdì 22 marzo saranno proiettati i 5 video vincitori del festival e alcuni altri appositamente selezionati dai responsabili della rassegna dell’ARC che saranno presenti presenti all’iniziativa e ne cureranno la presentazione. Tra i titoli in cartellone il piccolo capolavoro della giovane regista giapponese Mitsuyo Miyazaki, TSUYAKO, prodotto a Los Angeles dalla USC School of Cinematic Arts – MFA Thesis project, che è riuscito a convincere la giuria presieduta da Peter Marcias e composta da Luki Massa, Vincenzo Patanè, Giovanni Coda e Valentina Pedicini, vincendo il primo premio. A seguire il cortometraggio di Silvia Novelli, LA CAPRETTA DI CHAGALL, che ha vinto invece due premi: quello del Pubblico, consegnato dal Sindaco di Cagliari Massimo Zedda, e la Menzione Speciale della Giuria, la quale ha scelto di assegnare anche altri due premi: una Menzione Speciale per le interpretazioni di Tom Gramenz e Swen Gippa al corto svizzero PRORAdi Stephane Riethauser, e un Premio Speciale a THIS LEAK dei registi spagnoli Juanma Carrillo e Félix Fernández. Infine, l’Associazione ARC ha deciso di assegnare un suo premio, per il valore di sensibilizzazione e comunicazione sociale al corto di Luna Ariel Silvia Caricola 2 su 10.

Il festival del cortometraggio nasce nel gruppo cinema dell’associazione cagliaritana che da anni organizza la rassegna di cinema GLBT “Uno sguardo normale“, arrivata alla sua X edizione. Il festival è organizzato in collaborazione con il Circolo del CinemaARCinema, membro della Federazione Italiana dei Circoli del Cinema, con l’Associazione Studentesca universitARC e con il gruppo interno di fund-raising Sally S.P.E.C.T.R.E., grazie ai contributi del Comune di Cagliari e dell’E.R.S.U. – Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario, con il patrocinio della Provincia di Cagliari e grazie al sostegno della Società Umanitaria – Cineteca Sarda di Cagliari, della F.I.C.C. nazionale e regionale, del festival di cinema lesbicoSome Prefer Cake di Bologna e dell’International Gay e Lesbian Film Festival MIX di Milano.

Il festival, che si è svolto a Dicembre 2012 nel Cineteatro “Nanni Loy” di Cagliari, ha visto la partecipazione di lavori provenienti da tutto il mondo e si inserisce nel cartellone di iniziative di Uno Sguardo Normale eXpo (rassegne, retrospettive, presentazioni libri, etc.) che si sono svolte nell’arco di tutto il 2012 (parallelamente alla Queeresima e all’organizzazione del primo Pride della Sardegna, tenutosi il 30 giugno 2012), in occasione dei dieci anni dalla prima edizione di “Uno Sguardo Normale”, rassegna di cinema e cultura gay, lesbica, bisessuale e transgender organizzata dall’ARC, l’associazione g.l.b.t. di Cagliari.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: agendaonline.it)