Parte il nuovo servizio d'igiene urbana
Cosa cambierà e da quando

di Grazia Sini
 (foto: Grazia Sini - SassariNotizie.com)
(foto: Grazia Sini - SassariNotizie.com)

SASSARI. L’appalto per l’igiene urbana entra nel vivo. Già nelle scorse settimane, infatti, la città ha assistito ai primi passi: in alcune borgate sono state distribuite le compostiere, per Pasquetta sono state pulite le spiagge e lo scorso fine settimana gli eco-volontari hanno consegnato i kit per la raccolta differenziata a Li Punti, Sant’Orsola e San Giovanni. Ma il contratto prevede anche altri servizi. Inoltre si tratta di un accordo “chiavi in mano”, come l’ha definito l’assessore alle Politiche ambientali, Monica Spanedda, durante una conferenza stampa sabato mattina. Ciò significa che l’impresa appaltatrice dovrà portare a compimento quanto è previsto dall’appalto, in caso contrario non sarà pagato e inoltre si farà carico delle sanzioni previste. L’ATI Gesenu SpA e Consorzio Formula Ambiente hanno dunque tutti i motivi perché la città sia pulita e ogni cosa proceda al meglio.
Ecco in sintesi in cosa consiste l’appalto.

Distribuzione compostiere. Nell’ambito delle azioni inserite nel nuovo servizio di igiene urbana, il Comune di Sassari insieme all’ATI Gesenu SpA e Consorzio Formula Ambiente hanno previsto la distribuzione di oltre 10mila compostiere. Da febbraio sino ad oggi sono state distribuite ai cittadini che risiedono nell’agro di Sassari, circa 3100 compostiere. Nei prossimi giorni sarà ultimata la distribuzione nelle aree e zone limitrofe di San Francesco, Monserrato, Tingari, Piandanna, Monte Bianchino, Serra Secca, Buddi Buddi, Platamona, Caniga, La Landrigga, Campanedda, Bancali, Palmadula, Argentiera e Tottubella La compostiera è un contenitore in plastica da 300 litri, semplice da trasportare e montare, dotato di un’apertura superiore per l’inserimento dei rifiuti organici - scarti di cibi, fogliame ecc - e di un’apertura inferiore per prelevare il compost maturo. La compostiera in plastica, se impiegata in modo corretto, risulta essere il modo migliore per realizzare il compostaggio domestico, anche in zone in cui la densità abitativa è relativamente elevata perché non produce odori, oltre che essere di facile utilizzo.

Nuovi cestini gettacarte. Dal 20 febbraio è iniziata l'installazione dei nuovi cestini gettacarte previsti dal servizio di igiene urbana cittadina. Verranno posizionati in tutta la città 2500 nuovi contenitori di due diversi modelli, a fronte dei 1800 attuali, per aiutare il cittadino a mantenere pulite vie e piazze. Per ora i primi cestini, il modello base, sono stati già sistemati in corso Trinità, all'inizio di viale Sicilia, in corso Vico, tra via XXV aprile e piazza della Stazione, in via Montello e via Pascoli da via Poligono sino a via Nurra, via Bogino e via Sorso, in corso Vittorio Emanuele, Ponte Rosello e via Pais. Nei primi quindici giorni di marzo i nuovi cestini sono stati invece installati in piazza San Antonio e nella parte bassa del Corso, via Maddalena, piazza Azuni, largo Ittiri, via Università e via Turritana, via Grazia Deledda, via Prati, via Ossi, via Poligono, via Cervi, via Flumenargia e via Pigliaru. Pochi giorni fa sono arrivati i 50 modelli più capienti destinati alla zona del centro storico, come piazza Castello o piazza d'Italia. Nei prossimi giorni verranno posizionati anche i 100 spegni sigaretta previsti dal progetto.

Kit porta a porta. Dal 12 marzo sono stati distribuiti oltre 3 mila kit per la raccolta differenziata. La piccola rivoluzione del “porta a porta” è stata avviata nei quartieri e nelle zone limitrofe di Li Punti, Ottava e San Giovanni, così come previsto dal nuovo servizio di igiene urbana. Il kit per il porta a porta è composto da un sottolavello da 10 litri e un mastello da 25 litri per la raccolta dell'organico, un cartonplast da 50 litri per la raccolta della carta e due mastelli da 30 litri, uno per la raccolta del vetro e uno per la raccolta del rifiuto residuo non riciclabile, l'indifferenziato. I kit sono stati distribuiti ai cittadini in comodato d'uso gratuito, insieme ad una guida completa di facile lettura per effettuare correttamente la raccolta differenziata con orari e giorni di conferimento per carta e cartone, plastica e lattine, umido e secco residuo (indifferenziato).

Pulizia spiagge. Con la messa a regime dell'appalto sono state anticipate le annuali operazioni di pulizia delle spiagge del territorio comunale. Già dalla fine di marzo l'Ati che si avvale della collaborazione della cooperativa Vosma, incaricata di eseguire materialmente le operazioni di pulizia dei litorali sassaresi, ha provveduto alla rimozione dei rifiuti che si sono accumulati durante l'inverno sulle spiagge sassaresi di Fiume Santo, Platamona, Porto Palmas e Porto Ferro.

Bagni chimici. È prevista l'installazione (e la relativa manutenzione) di bagni chimici in occasione delle manifestazioni di carattere religioso, culturale o sportivo. Tra gennaio e marzo è stato assicurato il servizio nelle seguenti zone: piazza Camboni a Li Punti, piazza d'Italia, piazza Colonna Mariana, piazza Tola, La Corte.

Raccolta abiti usati e tessuti in genere. Il servizio è stato affidato alla Cooperativa Tertium che ha provveduto ad installare sul territorio 90 nuovi contenitori che si sommano ai 120 esistenti per un totale di 200 al servizio della città.

Rimozione carcasse animali. Nel corso dei primi tre mesi del 2013 sono stati effettuati 18 interventi. Il servizio prevede la rimozione, il trasporto e lo smaltimento, attraverso termodistruzione, delle carcasse di animali ritrovate in aree pubbliche o aree private ad uso pubblico.

Pulizia caditoie stradali. Da gennaio 2013 è stato attivato il servizio di pulizia delle caditoie stradali. Nel corso delle prime settimane di lavoro sono stati effettuati numerosi interventi, anche a causa delle copiose piogge. Nelle prossime settimane le squadre opereranno nella zona del centro storico allargato (oltre le mura). Il servizio prevede sostanzialmente le operazioni di sollevamento del chiusino o delle griglie; la rimozione del materiale depositato; il lavaggio, l’espurgo e il disintasamento di materiali di qualsiasi natura e consistenza dalla caditoia e dalla relativa tubazione di raccordo con il collettore fognario principale (allacciamento). Devono essere rimossi materiali putridi, sabbia o terriccio vario, residui organici e vegetali, foglie, radici; il trasporto e il conferimento del materiale di risulta ad impianto autorizzato.

Taglio erba. Il servizio di taglio erba ha preso il via venerdì 29 marzo. L’attività, inserita nel progetto di igiene urbana cittadina, prevede il taglio delle erbacce, dei rovi e dei cespugli nelle aree di proprietà dell’Amministrazione comunale: incolti in città e in agro, cortili delle scuole, bordi delle strade comunali, aiuole (vuote o con gli alberi), marciapiedi e sottomuri. Le operazioni vengono eseguite con l’ausilio di mezzi meccanici e/o manualmente, previa rimozione dei rifiuti di qualsiasi genere rinvenuti tra l’erba (foglie ramaglie, cartacce, bottiglie, deiezioni animali, ecc.). Sono stati eseguiti interventi negli ingressi della città. Nei prossimi giorni si interverrà anche a Li Punti, in via Donizetti, via Deligia, al Monte Alto zona pista ciclabile, al Monte Basso zona via Gallura e via Anglona, via Carlo Felice e via Predda Niedda.

Posizionamento nuovi cassonetti raccolta differenziata. Già da un paio di settimane è iniziata la collocazione dei nuovi cassonetti per la raccolta differenziata, in particolare nei quartieri di Monte Rosello e Sassari due. I nuovi contenitori stradali hanno una capienza di 1.100 l, con la sola eccezione della frazione umida per la quale sono invece utilizzati contenitori da 360 l. I cassonetti sono dotati di un particolare sistema di introduzione dei rifiuti: la bocca di conferimento "anti-intrusione" è di ampiezza limitata al fine di evitare l'ingresso di materiale non idoneo. I cittadini devono quindi evitare di forzare i nuovi cassonetti, conferire correttamente i rifiuti all'interno dei contenitori (es.inserire le bottiglie di plastica all'interno delle apposite "feritoie") e non spargere il materiale attorno agli stessi cassonetti. Il nuovo servizio di raccolta prevede la sistemazione di una batteria ogni 100 abitanti: tutti i nuovi cassonetti, oltre mille per ciascuna tipologia, sono georeferenziati e sono dotati di un transponder, un particolare sistema che consente di registrare il momento in cui il cassonetto viene svuotato e la sua relativa pesata. Questo consentirà di avere una mappatura esatta della loro collocazione. Ad ogni famiglia, a breve, sarà indicato esattamente in quale batteria conferire i propri rifiuti.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Grazia Sini - SassariNotizie.com)