Torres, un pari e qualche rimpianto
Con la Casertana finisce 0-0

di Daniele Giola
 (foto: tekw.org)
(foto: tekw.org)

SASSARI. Un tempo per uno, un'occasione colossale fallita dai rispettivi bomber, nessun vincitore. Finisce zero a zero la super sfida del girone G di serie D tra Torres e Casertana. Un pareggio giusto che rilancia nella corsa al titolo soprattutto il Torre Neapolis, da oggi seconda forza del campionato (dopo il successo 1-2 sul Budoni) e padrone di casa della sfida al vertice di domenica prossima contro De Carlo e compagni.

Al Vanni Sanna, davanti al pubblico delle grandi occasioni (oltre tremila i tifosi presenti, tra cui circa 200 campani) una gara dai due volti. La Casertana domina il primo tempo, la Torres è padrona della ripresa. Dopo nemmeno un minuto di gioco l'esterno Alvino crea scompigli in area rossoblù, il suo cross è sventato a fatica da De Carlo. Al 6' è Varsi a tentare la via del gol con un bel tiro dal limite che trova Secchi pronto alla respinta. Al 14' ancora Secchi sceglie ottimamente il tempo dell'uscita e chiude lo specchio al pericolissimo Palumbo. La Torres fatica, opta per improbabili lanci lunghi e così dalle parti del portiere Longobardi non arriva nemmeno un tiro pericoloso. Secchi è invece chiamato agli straordinari, così come Idda e De Carlo. Al 16' Varsi ci prova con un tiro a giro (respinto in angolo), al 17' Palumbo tenta la spaccata vincente dal limite dell'area piccola ma spedisce la palla fuori. Mister Bacci è costretto poi a fare i conti con la sfortuna: al 30' si fa male Masala (al suo posto entra Madeddu). Al 35' ancora lo scatenato Alvino taglia in due la difesa di casa ma sbaglia l'appoggio decisivo per il compagno. Il risultato non si sblocca, al 40' il neo entrato Madeddu prova un tiro dai 25 metri sugli sviluppi di un calcio d'angolo, ma la palla termina altissima. Il suo tentativo è però come una scossa e cinque minuti dopo la Torres va vicinissima al vantaggio con Meloni che dentro l'area spedisce clamorosamente la palla fuori dopo un assist al bacio di Bisogno.

Nel secondo tempo si vede tutta un'altra partita: la Torres entra in campo decisa, aggressiva. Bisogno prende in mano il centrocampo e la Casertana arretra vistosamente il suo baricentro. Al 4' Migoni è protagonista di un'iniziativa sfortunata: si libera in modo pregevole per il tiro, ma svirgola. Al 7' ancora Migoni impegna severamente Longobardi con un tiro potente ma poco angolato. Al 27' ci prova Nuvoli con un bordata dal limite su sponda di Meloni (palla fuori di pochissimo). Nei primi 35 minuti del secondo tempo la Casertana sembra la Torres del primo tempo, e come i rossoblù sfiora clamorosamente il vantaggio nell'unica azione pericolosa. E' il minuto 32, Palumbo entra tutto solo in aerea, tira a colpo sicuro ma la palla si alza e va a sbattere sulla traversa. Passata la paura la Torres riprende le redini della partita ma la stanchezza inizia a essere determinante e il risultato non cambia.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: tekw.org)