Faccia a faccia tra Mastino e Lubrano:
«Architettura rimarrà ad Alghero»

di Michele Spanu | Twitter: @MicheleSpanu84
Veduta di Alghero (foto: Wikimedia Commons, Michiel1972)
Veduta di Alghero (foto: Wikimedia Commons, Michiel1972)

ALGHERO. Il sindaco di Alghero e il rettore dell’Università di Sassari non vogliono lasciare spazio agli equivoci: il dipartimento di Architettura rimarrà nella città catalana. Su questo presupposto, infatti, sono stati chiusi alcuni accordi che verranno messi nero su bianco grazie a una convenzione che verrà stipulata a breve. "L’ipotesi che Architettura potesse lasciare la città di Alghero - viene spiegato in un comunicato - non era gradita né all’Università né al Comune. L’unico che ha parlato di trasferimento è stato il direttore del Dipartimento, a fronte delle condizioni logistiche particolarmente difficili nelle quali il dipartimento è stato costretto ad operare negli ultimi anni". Dopo l’incontro di fine marzo a Sant’Anna, giovedì scorso, il sindaco Stefano Lubrano ha ritenuto opportuno far visita a Sassari ad Attilio Mastino per un colloquio nel quale si è affrontata la questione degli spazi, chiarendo e definendo meglio i dettagli  del  ragionamento avviato nel precedente incontro in merito alla disponibilità dei locali a disposizione del Dipartimento.

Lubrano ha voluto rappresentare all’attenzione di Mastino l’esigenza di formalizzare nella convenzione una serie di accordi legati alla prospettiva di sviluppo sociale, economico e culturale che la presenza dell’istituto scolastico tra i più qualificati in Italia deve stimolare ad Alghero: in primo luogo Architettura dovrà sostenere gli aspetti legati all’urbanistica della città,  anche e soprattutto nella redazione del Piano Urbanistico Comunale e dovrà selezionare gli studenti da mettere a disposizione della città per attuare il progetto dell'Architetto di Quartiere che l’Amministrazione vuole portare avanti. Inoltre il dipartimento si impegnerà  all’inserimento di studenti in stage gratuiti presso il Comune, le partecipate, le aziende del territorio e avvierà progetti  di spin-off, ovvero di  iniziative imprenditoriali frutto di risultati di ricerca e innovazione realizzati dall'Università. 

“Il bene prezioso dell’Università non dovrà più essere tenuto in un angolo, quasi “sopportato”  – spiega il sindaco – ma dovrà partecipare e contribuire allo sviluppo della città di Alghero, in tutte le sue forme. Spetta ad un’Amministrazione responsabile quindi coinvolgere le risorse e le migliori energie a partecipare con un contributo sostanziale alla crescita della città”. Da parte del rettore Attilio Mastino c’è stata un'immediata accoglienza delle proposte, “a dimostrazione – sottolinea il sindaco - che tra Ateneo ed Amministrazione c’è piena sintonia non solo per risolvere i problemi ma anche ed  innanzitutto per condividere idee e progetti che possano dare ad Alghero quei  frutti che tutti ci attendiamo dalla presenza dell’Università”. L’incontro è stato inoltre dedicato a verificare l’ipotesi che negli spazi in capo al Comune all’interno del complesso Santa Chiara trovi sede l’Institut d’Estudis Catalans, l’importante centro di ricerche scientifiche  della cultura catalana, che accrescerà il prestigio della cultura algherese  e consentirà all’Amministrazione di trarre vantaggi da questa opportunità.

Il rettore Attilio Mastino ha voluto precisare, inoltre, che non esistono pregiudiziali all’eventuale decisione dell’Amministrazione di ubicare presso il Santa Chiara l’Archivio Storico Comunale, “qualora – ha detto Mastino – il Comune di Alghero non riuscisse a reperire altri locali idonei all’interno del complesso”. Un altro aspetto definito riguarda la Biblioteca Comunale, che troverà spazio nell’ex Chiesa di Santa Chiara: il sindaco e il rettore hanno convenuto sul fatto che saranno individuati spazi per i volumi del Dipartimento, con consequenziali accordi sulla gestione in termini di orari e di personale messo a disposizione dell’Ateneo. Infine, l’accordo sugli spazi del Pou Salit e dell’ex Asilo Sella: potrebbero verificarsi delle opportunità di ottimizzazione e di razionalizzazione. “Nessuno meglio della direzione del dipartimento di Architettura – ha detto il sindaco – è in grado di sviluppare idee e progetti che consentano la migliore distribuzione degli spazi in seno all’Asilo Sella”.

Il rettore ha poi voluto esprimere un ringraziamento nei confronti del direttore del Dipartimento e del suo impegno: "Infine, lasciatemi dire l’apprezzamento per l’azione appassionata del Direttore del Dipartimento professor Bibo Cecchini, che in questi anni ha lavorato con entusiasmo coinvolgendoci tutti in un progetto di crescita e di qualità che intendiamo difendere con le unghie e con i denti. Sarà il Dipartimento ad esprimersi definitivamente sul protocollo d’intesa e sugli impegni che i colleghi potranno assumere per elaborare una sinergia di collaborazione con l’Amministrazione comunale di Alghero, che appare assolutamente auspicabile".

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Veduta di Alghero (foto: Wikimedia Commons, Michiel1972)