Alghero promuove la doppia lingua
Anche il catalano negli atti ufficiali

Scorcio porticciolo di Alghero
Scorcio porticciolo di Alghero

ALGHERO. L’Amministrazione Lubrano istituzionalizza l’uso dell’algherese e imprime una svolta decisiva nell’utilizzo della lingua anche attraverso gli atti ufficiali. La giunta ha approvato la prima delibera con allegata versione  in catalano di Alghero, nel segno di una chiara connotazione identitaria che intende adoperare a partire dai contesti istituzionali. La delibera n° 95 relativa all’accordo di collaborazione tra il “Municipi del l’Alguer e l’Institut de Cultura de l’Ajuntament de Barcelona per la realització d’un programa de col·laboració per la promoció i cooperació cultural/linguistica entre le dues Ciutats” è il primo atto che dà inizio alla stesura delle traduzioni in catalano di Alghero delle delibere  dell’esecutivo relative agli argomenti inerenti le politiche linguistiche dell’Amministrazione.

“Il sostegno all’uso sociale della lingua passa per l’esempio istituzionale quale migliore segnale di promozione della lingua  - spiega il sindaco Stefano Lubrano – e noi per primi intendiamo rendercene interpreti. Si inizia dagli atti formali a ricostruire un percorso che deve portare alla diffusione più ampia possibile dell’uso dell’algherese. Gli atti formali si affiancano alle iniziative di promozione e valorizzazione che l’amministrazione sta attuando insieme alle associazioni culturali che sono state coinvolte per la prima volta in maniera efficace dal Comune di Alghero per svolgere con più incisività ed omogeneità  il ruolo che da sempre svolgono con grande passione”. L’uso dell’ algherese nelle delibere di giunta è  una delle iniziative sulle quali l’Assessorato alle Politiche Linguistiche basa la strategia di comunicazione. “Finalmente – dichiara inoltre l’assessore Romina Caula - il Comune di Alghero si fa carico responsabilmente del suo dovere di organismo istituzionale  e referente della politica linguistica della città.  Con il progetto  El català a la Mediterrània, inoltre, finanziato con la legge 482/99 a tutela delle minoranza linguistiche storiche e nello specifico con l’attivazione dello sportello  linguistico che già lo scorso hanno ha avuto un importante ruolo nella comunicazione  in algherese, si è attivata un’iniziativa che alla nostra Amministrazione sta molto a cuore”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Scorcio porticciolo di Alghero