Una domenica di passione sportiva
Dinamo e Torres a caccia della vittoria

di Daniele Murino | Twitter: @DanieleMurino

SASSARI. Quella di domani sarà una domenica di passione per lo sport sassarese. Da una parte la Dinamo Banco di Sardegna dovrà dare un segnale forte al campionato di Lega A dimostrando di non essere la squadra vista nelle ultime tre giornate di campionato, nelle quali ha rimediato altrettante sconfitte. Dall’altra la Torres dovrà cercare di conquistare la vittoria sul difficile campo di Torre del Greco e portare a casa i tre punti che mancano troppo tempo. Nonostante le cautele che hanno caratterizzato l’ultima settimana delle due società, le partite di domani saranno decisive per le rispettive classifiche.

La Dinamo. Il Banco di Sardegna cercherà di uscire dalla sua piccola crisi davanti al proprio pubblico: "il più caldo d’Italia" come lo ha definito il direttore sportivo biancoblù, Federico Pasquini. Davanti a cinquemila tifosi, i ragazzi allenati da Meo Sacchetti dovranno dimostrare di non essere la squadra lenta e stanca vista contro Cremona, Milano e Reggio Emilia. Per battere l’Acea Roma, terza in classifica, la Dinamo dovrà tornare a essere la formazione solida e compatta che è stata in grado di battere Varese e Siena. E i presupposti per farlo non mancano. Oltre al calore del PalaSerradimigni, Sacchetti potrà fare affidamento su Travis Diener e Bootsy Thornton. I due leader della squadra hanno superato i rispettivi acciacchi fisici e sono pronti per dare battaglia. Al loro fianco ci potrebbe essere anche Drew Gordon: l’ultimo acquisto biancoblù si è allenato con costanza e sembra essere ormai pronto per scendere sul parquet. Il resto dipenderà dalla cattiveria agonistica con cui la Dinamo affronterà il match. Una cattiveria che ha consentito a un "roster di eroi" di arrivare a lottare per la vetta della classifica a quattro giornate dalla fine della regular season.

La Torres. La squadra di mister Bacci è attesa da un nuovo scontro al vertice. Dopo avere incontrato la Casertana nella scontro di domenica scorsa, la nuova sfida porta il nome di Torre Neapolis. Sul difficile campo di Torre del Greco si sfideranno le prime due forze del campionato: i rossoblù scenderanno in campo consapevoli dei due punti di vantaggio sugli avversari ma dopo il fischio d’inizio non ci sarà tempo per fare calcoli. Solo una vittoria potrebbe garantire alla Torres l’allungo decisivo per vincere il girone G del campionato di serie D. Una vittoria, appunto. Negli ultimi venti giorni il problema dei ragazzi di Bacci sembra essere diventato proprio questo. I tre pareggi consecutivi rimediati contro il San Basilio Palestrina, il Budoni, e la stessa Casertana hanno consentito agli avversari di ridurre la distanza dalla vetta classifica. Eppure, durante l’intervista rilasciata a inizio settimana, l’allenatore della Torres non si è detto né preoccupato né impaurito dagli ultimi risultati. Conscio della qualità della sua formazione, che a marzo ha subito alcuni infortuni nelle zone nevralgiche del campo, Bacci è sicuro che quella di domani sarà la partita della svolta.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo