Osilo, il comitato "AbbaNostra"
convoca un'assemblea pubblica

di Francesco Bellu
 (foto: SassariNotizie.com)
(foto: SassariNotizie.com)

OSILO. Abbanoa vs Osilo. Il braccio di ferro continua. In questi giorni sono, infatti, arrivate le bollette al periodo in cui l'acqua non era potabile e la popolazione si è trovata a dover vivere disagi di ogni genere per oltre due mesi. Per questo motivo il comitato "AbbaNostra Osilo" ha convocato per giovedì alle 19,30 un'assemblea pubblica nel salone "Canonico Liperi" per mettere nuovamente le carte in tavola e treovare delle risposte.

«Nonostante numerosi solleciti,  - spiegano gli appartenenti al comutato - ad oggi nessuna risposta è giunta da parte dell’amministrazione comunale in merito alla situazione di emergenza idrica che ha colpito il paese di Osilo durante la scorsa estate, e, in particolare, in merito alle richieste che dai cittadini sono state portate avanti tramite una petizione popolare  con circa mille firme)».

Nel documento si chiedeva al Comune di ridurre del 50 per cento la tariffa applicata per il periodo di non potabilità dell'acqua e la richiesta di un'azione di risarcimento da parte dell'amministrazione comunale nei confronti di Abbanoa. A gennaio il comitato aveva chiesto la convocazione di un consiglio comunale in seduta pubblica al fine di poter avere delle risposte. Ma non era stata accolta. Ora con l'arrivo delle nuove bollette questa necessità di chiarimento si fa decisamente più urgente.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: SassariNotizie.com)