Ospedale Marino, piano terra allagato
per la rottura di un tubo dell'acqua

di Daniele Murino | Twitter: @DanieleMurino

ALGHERO. Uno scoppio assordante e una cascata d’acqua calda lungo una parte del pian terreno dell’ospedale Marino di Alghero. Erano le otto del mattino di martedì quando un tubo, posizionato nel contro soffitto tra il pian terreno e il primo piano, è scoppiato riversando sul pavimento diversi litri d’acqua bollente. L’incidente, per fortuna senza gravi conseguenze, è stato immediatamente affrontato dai tecnici degli impianti e degli uomini dei Vigili del Fuoco che in un paio di ore hanno riportato la situazione alla normalità.

Eppure, secondo delle fonti interne all’ospedale, questo incidente si sarebbe potuto evitare. La perdita d’acqua, infatti, sarebbe stata preannunciata da una piccola infiltrazione nel contro soffitto. Infiltrazione che alcuni dipendenti della Asl avrebbero segnalato per tempo sia all’ufficio tecnico sia al presidio ospedaliero. Interpellata sulla vicenda, l’Azienda Sanitaria Locale ha espresso una tesi opposta. «La rottura del tubo è stata improvvisa e non era preventivabile. La perdita è stata posta immediatamente sotto controllo da parte dell’ufficio tecnico di Alghero. L’acqua è stata deviata grazie all’intervento da alcuni tecnici che nel giro di un’ora hanno provveduto a riparare il danno. Anche i Vigili del Fuoco sono giunti sul posto su richiesta della Asl per aspirare l’acqua. Una volta arrivati, però, gli uomini del 115 si sono accorti che la perdita era già stata messa in sicurezza e che il loro intervento non era più necessario. La perdita non ha causato danni né alle persone né alla struttura dell’ospedale»

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo