Alghero, fiaccolata per la tutela
degli animali vittima di abusi

ALGHERO. Una fiammella per spezzare il buio dell’indifferenza che copre azioni scellerate a danno di cani e gatti vaganti. Il mondo del volontariato animalista e non solo, si compatta e si ribella dopo i recenti episodi di maltrattamenti e uccisioni concentrati tra le colonie feline del centro storico e organizza per sabato 20 aprile una fiaccolata allo scopo di sensibilizzare la pubblica coscienza sul tema del rispetto degli animali, sancito da leggi che oggi ancora in troppi ignorano.

L'evento, che gode del patrocinio dell'assessorato all'Ecologia del Comune di Alghero, è nato in seguito all'ennesimo atto di crudeltà. La vittima è Max, un micio rosso che tutti conoscevano nella città antica. Ogni mattina passeggiava tra le varie botteghe del centro e, per la notte, aveva trovato una cuccia accogliente presso il negozio Max Line. Che la sua morte, lo scorso 30 marzo, non sia un episodio accidentale ma sia stata provocata appositamente con un oggetto appuntito che gli ha perforato i reni, lo dicono i referti necroscopici allegati alle due denunce che sono state presentate in commissariato. 

La storia di Max va a sommarsi ad altri casi di barbarie nei confronti dei randagi che ultimamente hanno subito un'impennata. Le colonie feline del Solaio, sotto i bastioni, e del Forte della Maddalena, sono quelle più esposte ai pericoli. Qui sono stati uccisi a bastonate diversi gatti. Al Solaio una gattina prossima al parto è stata squartata viva e altri mici sono stati lapidati. «Non possiamo restare indifferenti di fronte a questo fenomeno preoccupante»,  spiegano i promotori dell'iniziativa. «Invitiamo tutti i cittadini che hanno a cuore il benessere degli animali e che condannano simili gesti a partecipare alla fiaccolata per Max e per tutti i Max che ci sono stati e che ci saranno». Oltre le associazioni di Alghero A-mici di Matisse, Fuori di Zampa, Ass. Aurora, Lega del Cane, Ass. culturale Area, Legambiente, hanno aderito alla manifestazione anche diverse sigle del nord Sardegna come Enpa (Sassari), Noi e Gli Altri (Ossi), Lida (Sassari), Amici di Maia (Porto Torres).

Programma. Raduno e partenza h 21 in piazza Municipio. Itinerario: corso Carlo Alberto/Piazza Sulis/via Simon/ via Sassari/Forte della Maddalena (sosta nella colonia felina) Piazza Civica/Porta a mare/Banchina Dogana/area Solaio (sosta nella colonia felina). Rientro: Banchina Dogana/-Porta a mare/Piazza Civica/vicolo Serra/via Columbano Arrivo in Piazza del Municipio e interventi dei rappresentanti delle istituzioni e associazioni.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo