Dalle pagine di un libro al palco
Al Teatro Civico "Il Piccolo Principe"

Tra gli attesi protagonisti anche i giovanissimi musicisti delle scuole media a indirizzo musicale di Sassari
di Daniele Giola

SASSARI. Una prima assoluta, uno spettacolo imperdibile che farà rivivere sul palco del teatro Civico di Sassari le suggestioni e le atmosfere di una dei libri più celebri e amati del XX secolo. A partire dal prossimo lunedì (con repliche martedì 23, mercoledì 24 e venerdì 26 aprile) andrà in scena - con la regia di Emanuele Floris e le musiche di Luca Sirigu - "Il Piccolo Principe", opera in un atto di Sandro Cappelletto liberamente tratta dal racconto del 1943 di Antoine de Saint-Exupéry.

Sul palco, insieme ai giovani ma bravissimi interpreti, tra gli altri Jasmin Ghera (Principe), Claudio Dionisi (Lampionaio) Enrico Porcheddu (uomo d'affari), anche la debuttante orchestra della scuola media a indirizzo musicale 5+12 di Sassari (diretti da Danilo Leggieri) e il coro di voci bianche della corale Luigi Canepa diretto dal maestro Salvatore Rizzu. Lo spettacolo è stato presentato stamattina a Palazzo di Città: è l'ultimo appuntamento del progetto scuole 2012-2013 promosso e organizzato dalla cooperativa Teatro e o Musica in collaborazione con l'assessorato alle Culture e l'assessorato all'Istruzione del Comune di Sassari.

Il Piccolo Principe è un racconto poetico che, nella forma di un'opera letteraria per ragazzi, affronta temi come il senso della vita e il significato dell'amore e dell'amicizia. Tradotto in più di 180 lingue e stampato in oltre 50 milioni di copie in tutto il mondo, offre al lettore l'ooportunità di andare al di là delle apparenze e lo guida alla ricerca del senso delle cose “l’essenziale è invisibile agli occhi”.  Nella versione di Sandro Cappelletto, il Piccolo Principe ritrova alcuni dei personaggi: il re solitario senza sudditi, l’uomo d’affari che conta le stelle ed è convinto di possederle, il lampionaio con il suo senso di responsabilità, il serpente velenoso e infine l’aviatore assetato. Personaggi che ritroviamo nella vita di tutti i giorni e che possono aiutare i bambini a riconoscere l’egoismo, la sete di possesso ma anche il senso di responsabilità. Durante la presentazione dell'evento l'assessore all'Istruzione Alessio Marras e quello alla Cultura, Dolores Lai hanno sottolineato l'importanza in chiave sociale sia del teatro, sia della musica (che sarà componente determinante dello spettacolo) e annunciato che dal Comune di Sassari è stata formulata una richiesta ufficiale alla Regione per l'istituzione di una scuola civica di musica.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo