LA MOSTRA A PORTO TORRES

Lotte sociali e inquinamento
negli scatti di Paola Rizzu

 (foto: Paola Rizzu)
(foto: Paola Rizzu)

PORTO TORRES. Oggi, mercoledì 24 aprile, alle ore 19 presso il Centro Sociale Pangea di Porto Torres sarà inaugurata la mostra "D'Amore e D'Anarchia", un'antologica degli scatti delle lotte della Sardegna degli ultimi anni a cura dell'artista sassarese Paola Rizzu. La mostra nasce nel 2012 e viene esposta per la prima volta ad Alghero durante il festival Esperò con il nome “solo per Amore”. Dopo altre tappe arriva a Nuoro cambiando nuovamente nome che diventa “d'Amore e di Dolore” omaggio all'artista di Lula Antoni Marras e al suo libro di poesie dedicato alla figlia di Matteo Boe tragicamente uccisa. Tra le foto esposte: la lotta dei pastori, quella per la liberazione di Bruno Bellomonte, la Chimica Verde, lo sversamento di E.On nel Golfo dell'Asinara, gli scatti dell'occupazione del centro sociale di Porto Torres da subito luogo di eccellenza per quanto riguarda le proposte culturali e l'attivismo del territorio. La mostra resterà visitabile durante le attività del centro sociale fino alla fine del mese di aprile.

Inoltre in occasione del secondo anno dalla scomparsa di Vittorio Arrigoni sarà trasmesso il lungometraggio "Restiamo Umani – The Reading Movie". Il film in versione integrale verrà proiettato dal 15 al 25 aprile 2013 in molte città del mondo autonomamente e in modo del tutto gratuito. "La testimonianza quotidiana di Vittorio Arrigoni del massacro contro i civili di Gaza, del genocidio di un popolo, deve varcare i confini e le censure che vengono imposte alle sue parole da (quasi) tutti i canali d’informazione. La verità non può restare nascosta".

Durante l'inaugurazione showcase del gruppo rap Stranos Elementos insieme con Alessandro Zolo e Federico Marras, Carlo Pippia e Roberto Schirru Mow.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Paola Rizzu)