Dal 22 aprile è possibile ampliare
gli orari di accensione delle caldaie

 (foto: Ufficio stampa Università)
(foto: Ufficio stampa Università)

SASSARI. L’andamento climatico sfavorevole giustifica l’esercizio dell’impianto termico anche al di fuori dei periodi stagionali fissati dall’articolo 9 del D.P.R. n. 412/1993 integrato dal D.P.R. n. 551/1999. Lo annuncia l'Assopetroli Sardegna in una nota. L’accensione può essere decisa autonomamente dal proprietario. La durata giornaliera del funzionamento eccezionalmente consentito non può comunque superare la metà delle ore previste per il funzionamento a pieno regime. "Le amministrazioni comunali - prosegue il comunicato - hanno facoltà di ampliare i periodi di accensione degli impianti termici a fronte di comprove esigenze, informandone immediatamente la popolazione. È obbligatorio esporre all’interno del locale caldaia l’indicazione del periodo di accensione, la durata giornaliera in ore e le generalità del soggetto responsabile".

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Ufficio stampa Università)