La città festeggia la Liberazione
con i ricordi degli studenti
di ritorno dal Treno della Memoria

SASSARI. Giovedì 25 aprile Sassari celebra la Liberazione. Alle 10.30 nel cortile interno di Palazzo Ducale l’Amministrazione comunale organizza, come ogni anno, la cerimonia istituzionale per celebrare la liberazione dal nazi – fascismo.

Alla presenza delle autorità civili, militari e religiose verranno deposte le corone d’alloro sulla targa affissa nel cortile del palazzo, in ricordo di tutti coloro che combatterono, anche perdendo la vita, per sconfiggere il regime nazi – fascista ed arrivare alla liberazione dell’Italia in quel 25 aprile del 1945.

Quest’anno l’Amministrazione comunale ha scelto di celebrare la Festa di Liberazione dando la parola ai più giovani: saranno due studenti -  Francesca e Marco -  del Liceo classico  Azuni e dell'Istituto tecnico industriale Angioy a salire sul palco allestito nel cortile di Palazzo Ducale per raccontare l'esperienza vissuta nell'ambito del progetto Il Treno della Memoria, che a marzo li ha visti tra i protagonisti del viaggio in Polonia nella Storia e nella Memoria, scoperta e raccontata attraverso i luoghi e le persone che hanno vissuto il periodo della seconda guerra mondiale. Insieme agli altri studenti coinvolti nel progetto -  realizzato in parternariato dall'associazione culturale Terra del Fuoco e dall' ARCI Sardegna - hanno visitato il ghetto ebraico di Cracovia e i campi di concentramento e sterminio di Auschwitz – Birkenau.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo