Gli operai E.On da Papa Francesco
«Con quell'elmetto gli abbiamo
affidato il nostro futuro»

Le FOTO dell'incontro durante l'udienza generale del mercoledì
di Michele Spanu | Twitter: @MicheleSpanu84
I lavoratori E.On in piazza San Pietro (foto: Michele Spanu - SassariNotizie.com)
I lavoratori E.On in piazza San Pietro (foto: Michele Spanu - SassariNotizie.com)

SASSARI. Franco Peana è un sindacalista di lungo corso, abituato a parlare in ogni circostanza per difendere i diritti dei lavoratori. Eppure mercoledì mattina, in piazza San Pietro, la sua voce per un attimo si è bloccata davanti al volto sereno e sorridente di Papa Francesco. "Ho provato a dire qualcosa, ma non ci sono riuscito - racconta il dirigente sindacale della Uiltec -. Ci è voluto qualche secondo per superare l'emozione e spiegare al pontefice come mai siamo impegnati in una battaglia per difendere il posto di lavoro. Non mi era mai accaduta una cosa simile". L'incontro tra i lavoratori e il Santo Padre è stato di sicuro il momento più emozionante dell'udienza del mercoledì. Sul sagrato di San Pietro, a pochi passi dal Papa, c'erano 44 operai che, nonostante il caldo, hanno tenuto le loro divise arancioni per rendere concretamente visibile la loro presenza e la loro battaglia. Un viaggio a Roma fortemente voluto dall’arcivescovo di Sassari, padre Paolo Atzei, per riportare all'attenzione dell'opinione pubblica la decisione della multinazionale E.On di tagliare 120 posti di lavoro in due anni dalla centrale termoelettrica di Fiume Santo. Numeri che in realtà, come ha ricordato più volte padre Paolo, sono persone e sono famiglie.

Il Papa ha dato il suo contributo per la risoluzione positiva della vertenza con queste parole, pronunciate in mondovisione: "Un pensiero speciale - ha detto - rivolgo all’arcivescovo di Sassari e agli operai della Società E.On ed auspico che la grave congiuntura occupazionale possa trovare una rapida ed equa soluzione, nel rispetto dei diritti di tutti, specialmente delle famiglie. La situazione in Sardegna e nell’intero Paese - ha detto ancora Francesco - è particolarmente difficile. È importante che ci sia un incisivo impegno per aprire vie di speranza". Al termine dell'udienza quattro operai - Antonella Carroni, Antonella Masia, Immacolata Tedde e Franco Peana - hanno avuto il privilegio di parlare personalmente col Papa e di ringraziarlo per le sue parole. Anche in questo passaggio, ad accompagnare i lavoratori davanti al Pontefice, c'era l'arcivescovo padre Paolo Atzei che li ha aiutati a superare l'emozione dell'incontro. Gli operai hanno donato a Papa Francesco un elmetto bianco con i 4 Mori, simbolo del loro lavoro.

Ecco il racconto di Antonella Carroni. "Gli ho detto che con quell'elmetto volevamo affidare nelle sue mani la nostra centrale, le nostre famiglie e il nostro futuro. Il papa ci ha risposto con un sorriso. Tra gli altri doni c'era un cesto con la bandiera della Sardegna, un inginocchiatoio fatto al telaio, la lettera del sindaco di Porto Torres, dei libri sulla basilica di San Gavino e la copia in argento delle chiavi della basilica. Quando gli abbiamo dato le chiavi - racconta ancora Antonella Carroni - era incuriosito: ci ha chiesto se con quelle chiavi si poteva entrare veramente nella città. E' stato un bel momento, che è servito per sciogliere l'emozione". Al termine dell'udienza, i lavoratori si sono spostati davanti alla sede centrale di  E.On Italia per far sentire la loro voce. La battaglia per difendere il futuro, dopo questo importante incontro, prosegue con maggior vigore.

 

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Tags
Immagini articolo
  • I lavoratori E.On in piazza San Pietro (foto: Michele Spanu - SassariNotizie.com)
  • I lavoratori E.On in piazza San Pietro (foto: Michele Spanu - SassariNotizie.com)
  • I lavoratori E.On in piazza San Pietro (foto: Michele Spanu - SassariNotizie.com)
  • I lavoratori E.On in piazza San Pietro (foto: Michele Spanu - SassariNotizie.com)
  • I lavoratori E.On in piazza San Pietro (foto: Michele Spanu - SassariNotizie.com)
  •  (foto: Michele Spanu - SassariNotizie.com)
  •  (foto: Michele Spanu - SassariNotizie.com)
  •  (foto: Michele Spanu - SassariNotizie.com)