BASKET IN CARROZZINA

Vergauwen Cup, l'Anmic Dinamo
alla ricerca di un posto in Europa

 (foto: Ufficio stampa Anmic Dinamo)
(foto: Ufficio stampa Anmic Dinamo)

SASSARI. Una sconfitta e una vittoria per la squadra sassarese nella fase finale della seconda coppa europea di basket in carrozzina che si disputa sui parquet abruzzesi di Giulianova e Roseto. L'Anmic Dinamo è stata sconfitta dall'Unipol Briante84 Cantù 55-62 nella prima partita. Fatale la brutta partenza, anche se va riconosciuto ai brianzoli un primo tempo stellare, con percentuali del 75% al tiro. Subito sotto il quintetto allenato da Marco Bergna: 2-10 al 4' e 8-20 alla fine del primo quarto. L'americano Okon in serata magica (13 punti nei primi 27)  ha trascinato Cantù anche nella seconda frazione: 20-38 e gara praticamente chiusa. Nel terzo quarto Ness ha ritrovato la mano nel tiro (14 punti) per supportare l'ottimo Berdun, che con 25 punti è stato il migliore: non è bastato per riaprire la partita, solo per rendere meno pesante il divario. Ben altra Anmic Dinamo contro i francesi dello Hyeres Handiclub. Dopo due quarti equilibrati (27-27 all'intervallo) i sassaresi hanno pigiato l'acceleratore in attacco e difeso decisamente meglio: Ness e Berdun hanno promosso l'allungo che è diventato già sostanzioso nel terzo quarto (50-37). Nell'ultima frazione il vantaggio ha toccato anche i 24 punti, coi francesi ormai in balia della formazione sarda. Come già nella prima gara, è stata la coppia Ness-Berdun a fare faville in attacco, segnando rispettivamente 26 e 22 punti. Buone anche le prove di Curle (14) e grande sostanza da parte di Cherchi e Spanu. Domenica la gara decisiva contro gli svizzeri del Pilatus Dragons: se l'Anmic Dinamo vince conquista la semifinale.

 

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Ufficio stampa Anmic Dinamo)