La Key Estate crolla a Salerno
La Jomi vince a mani basse: 35-27

 (foto: Ufficio stampa Key Estate)
(foto: Ufficio stampa Key Estate)

SASSARI. Nella bolgia del PalaPalumbo la Key Estate Sassari crolla sotto gli attacchi della Jomi Salerno. Non c’è stata partita per le sassaresi, apparse lente e abuliche, quasi intimorite del clima caldo del palazzetto campano. Le padrone di casa hanno trovato vita facile già dalle prime battute, quasi una passeggiata, con le ragazze di Carlo Baroffio a guardare. La differenza l’ha fatta anche chi era a difesa della porta. Da una parte Monica Prunsten che ha parato quasi l’impossibile, dando sicurezza a tutte le sue compagne. Dall’altra parte si sono date il cambio ben tre portieri (Bergallo, Morreale, Giudice) ma con lo stesso risultato di non parare praticamente un tiro. Responsabilità che va condivisa con tutta la difesa che non ha saputo reggere agli attacchi veementi delle salernitane, apparse decisamente superiori.

La cronaca ha visto Sassari andare subito in vantaggio con la Onnis, salvo poi perdersi. Dopo 15’ la Jomi è già sul 7-3. Neanche il time out chiesto da Carlo Baroffio dà la scossa alla ragazze della Key Estate, molti gli errori in attacco mentre le salernitane non falliscono un colpo. La prima frazione si chiude sul 16 a 9 per le padrone di casa. Nella seconda parte Baroffio prova il marcamento a uomo sulla Federspieler e sulla Klimek, ma i risultati non cambiano. Al 45’ Salerno in avanti sul 26 a 18, si vede qualche reazione da parte delle sassaresi ma la partita è ormai compromessa e i minuti finali non servono ad altro che per scrivere il risultato finale di 35 a 27. Ora tutto si gioca nella gara 2 in programma sabato prossimo al Palasantoru di Sassari. Ci vorrà una vera prova di orgoglio per le sassaresi.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Ufficio stampa Key Estate)