Olbia, Rolex e capi taroccati sul bus
Sequestro di merce falsa a P.Istana

Guarda le FOTO in fondo all'articolo
di Davide Mosca | Twitter: @davidemosca1
 (foto: OlbiaNotizie.it)
(foto: OlbiaNotizie.it)


OLBIA. Gli agenti della Polizia Locale di Olbia, diretti dal comandante Gianni Serra, hanno sequestrato, più di mille pezzi di merce contraffatta, ad alcuni ambulanti che rientravano a Olbia da Porto Istana a bordo dell'autobus della linea Aspo. Orologi Rolex e Bulgari, capi di abbigliamento, borse e occhiali tutti abilmente contraffatti, facevano parte degli oggetti destinati alla vendita abusiva sulle spiagge. Gli agenti hanno seguito il mezzo affollato di venditori privi di licenza. Il bus è stato fermato all’ingresso della città e gli uomini della Polizia Locale hanno effettuato un controllo meticoloso su tutti i borsoni che erano stati stipati in ogni angolo del veicolo. Al ritrovamento della merce contraffatta è scaturita la denuncia nei confronti dei detentori dei prodotti illegali. 

L'operazione è scattata anche grazie alle segnalazioni degli utenti dei mezzi di trasporto pubblico che collegano la città alle spiagge. I cittadini, nei giorni scorsi, hanno denunciato l'impossibilità a servirsi dei bus diretti ai litorali, in quanto i mezzi vengono presi d'assalto dai venditori ambulanti che occupano con le mercanzie ogni spazio, impedendo l'accesso a chiunque altro. Dai primi giorni del mese di giugno a oggi, il Nucleo di Vigilanza Commerciale ha sequestrato diverse centinaia di prodotti taroccati, detenuti da persone sprovviste delle necessarie licenze di vendita. L’attività costante di monitoraggio di questo fenomeno e i sequestri quotidiani, avevano permesso di arginare il cosiddetto “ mercato clandestino e parallelo di griffe illegali” ma in questi ultimi giorni si è registrata una nuova ondata di arrivi di persone impiegate nel commercio illegale e abusivo sui litorali. 

Il comandante Gianni Serra ha sottolineato come nella giornata di domenica scorsa siano arrivate numerose telefonate dai bagnanti esasperati per la recrudescenza del fenomeno della commercializzazione di prodotti contraffatti, specie sulla spiaggia di Porto Istana. Da qui la decisione dell'intervento nella zona che ha portato, oltre al sequestro sull'autobus, anche al ritrovamento di giocattoli in commercio in violazione delle norme comunitarie sulle spiagge. Continua così l’attività della Polizia Locale di Olbia tesa al contrasto del commercio itinerante abusivo di prodotti contraffatti.



 


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: OlbiaNotizie.it)
  •  (foto: OlbiaNotizie.it)
  •  (foto: OlbiaNotizie.it)