Pubblico impiego, sciopero nazionale
La F.s.i. contro la manovra finanziaria

Lunedì 27 settembre per l'intera giornata
di Valentina Guido
Manifestazione Fsi del 30 giugno (foto: SassariNotizie.com)
Manifestazione Fsi del 30 giugno (foto: SassariNotizie.com)
SASSARI. La Federazione sindacati indipendenti continua la lotta contro la manovra finanziaria e per lunedì 27 settembre indice una giornata nazionale di sciopero dei dipendenti della Pubblica amministrazione. Dopo la promozione di una petizione che è stata inviata ai presidenti di Camera e Senato, e dopo il sit-in che si è tenuto di fronte alla Prefettura di Sassari lo scorso 30 giugno, il sindacato non si arrende e ribadisce il “no” al testo del decreto legge 78 (31 maggio 2010). I punti contestati sono quelli che erano già stati evidenziati mesi fa: i tagli allo stato sociale; la discriminazione tra i lavoratori di serie A e serie B (articolo 9 della legge, comma 4, ultimo capoverso); ma soprattutto, ci si oppone al blocco dei contratti dei pubblici dipendenti, i più penalizzati da una manovra finanziaria che, secondo il segretario Fsi di Sassari Mariangela Campus, “ha solo sfiorato i signori della politica, intaccando pesantemente gli stipendi del pubblico impiego”. Per la Federazione sindacati indipendenti quella che il Governo ha imposto per i prossimi quattro anni, è una “pietra tombale” sulla contrattazione nazionale. Ecco perché il sindacato ha chiamato i dipendenti pubblici allo sciopero nazionale che si protrarrà per l’intera giornata di lunedì.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Manifestazione Fsi del 30 giugno (foto: SassariNotizie.com)