Saldi, estate nera per i commercianti
Le vendite calano del 7 per cento

 (foto: SassariNotizie.com)
(foto: SassariNotizie.com)

SASSARI. Anche a fine agosto per i commercianti sardi i saldi sono andati male, con le vendite calate in media del 7,6 per cento rispetto all'anno scorso. Secondo Confcommercio Sardegna, la provincia che più ha risentito della crisi è Nuoro con -8,4 per cento, seguita da Oristano con -8,3 per cento. A Sassari il calo è stato del 6,9 per cento, mentre a Cagliari del 6,5 per cento. In questo quadro l'83,2 per cento degli imprenditori interpellati dall'organizzazione di categoria si dice del tutto insoddisfatto dell'andamento, anche in considerazione dei forti sconti proposti a fine mese, soprattutto nel settore abbigliamento.

Gli incassi sono aumentati soltanto per il 24,7 per cento degli esercenti, con un acquisto medio di 107 euro per cliente. Nei prime due fine settimana di agosto, con percentuali di scontro fra il 25-30 per cento su una vasta offerta di merce, soprattutto nei grandi centri i commercianti hanno notato un notevole flusso, ma poi neppure l'arrivo più consistente di turisti ha favorito la ripresa sperata. «È l'ennesima testimonianza della sofferenza delle famiglie e delle imprese sarde - sottolinea il presidente regionale di Confcommercio, Agostino Cicalò -. Acquisito questo dato occorre puntare su una proposta strutturale quale quella dei distretti economici, la cui proposta di legge dev'essere ancora vagliata dal Consiglio regionale. I Distretti economici urbani, mettendo insieme le municipalità con gli operatori economici, consentono di reperire le risorse dell'Ue per la riqualificazione dei centri urbani. Oltre alla carenza di liquidità delle famiglie - aggiunge Cicalò - il problema è anche migliorare l'accessibilità dei centri storici e la loro qualità urbana. In questo modo si potrà consentire agli operatori dei centri urbani di competere con i grandi centri commerciali che sono legittimamente localizzati in periferia. Contestualmente Confcommercio sta facendo uno sforzo importante per stimolare e coordinare la formazione degli operatori, preparandoli alla sfide di un mercato sempre più dinamico».

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Tags
Immagini articolo
  •  (foto: SassariNotizie.com)