ETERNIT NELLE SCUOLE - L'INCHIESTA

Scuola di via Cedrino, dove l'amianto
si sbriciola e nessuno interviene

di Antonio Muglia | Twitter: @m_connexction
 (foto: SassariNotizie.com)
(foto: SassariNotizie.com)

SASSARI. Ammassato, rotto, sbriciolato. L'eternit della scuola di via Cedrino a Latte Dolce è pericoloso e andrebbe rimosso subito. Invece è ancora lì, da anni, ad aspettare l'arrivo di qualche operaio, la chiusura definitiva di un progetto, il sì di qualche burocrate. L'inchiesta di SassariNotizie sulla presenza dell'amianto nelle scuole cittadine riprende dalla "numero 10". Una scuola con 330 ragazzi che vanno in genere dagli 11 ai 14 anni e che hanno ovviamente energie da vendere. Facile quindi che si possano avvicinare alle lastre di eternit: sono a portata di mano. Il dirigente scolastico Antonio Mela lo sa bene. Per questo, anni fa, quando un pezzo della tettoia già pericolante si stava frantumando, ha chiamato il Comune di Sassari. Risposta: «Transennate l'area». E così ha fatto perché in quella zona, situata nel retro dell'istituto, un'uscita di emergenza è stata legata con una catena e dal vetro della porta si può vedere il rottame di fibra di cemento e amianto. Impossibile fare altrimenti: tra i due pericoli - il fuoco e la contaminazione dalla sostanza nociva che può provocare il cancro - si è scelta quella meno visibile delle polveri tossiche.

Il Comune, qui come in altre scuole di sua proprietà, ha previsto un piano da 189 mila euro per rimuovere gli ultimi residui di amianto. In via Cedrino, oltre alla tettoia tenuta in piedi da assi di legno, ci sono ancora tre serbatoi idrici tuttora utilizzati e un ammasso di resti di ondulina che si trova in un lato dell'edificio, accanto a una scala. «Ci transitano gli alunni», ammette Mela. Impossibile però fare altrimenti, chiudere cioè un altro pezzo di scuola. Anche qui, come nella scuola del Sacro Cuore, si aspetta l'arrivo degli operai.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: SassariNotizie.com)
  •  (foto: SassariNotizie.com)
  •  (foto: SassariNotizie.com)
  •  (foto: SassariNotizie.com)