fuga di gas

L'incendio in via Gorizia,
Notte fuori casa per 80 persone

Nessun ferito grave, circa venti persone intossicate lievi
Incendio in via Gorizia (foto: SassariNotizie)
Incendio in via Gorizia (foto: SassariNotizie)
SASSARI. Prima le fiamme e il fumo denso poi il botto, l'esplosione. L'origine dell'incendio di via Gorizia di ieri pomeriggio è una fuga di gas nell'appartamento dell'avvocato Casimiro Mastino. Erano circa le 16, la moglie era in casa che preparava da mangiare per i gatti. In poco tempo l'appartamento al terzo piano è stato avvolto dalle fiamme, la signora Paola Ortu è riuscita a scappare dopo aver avvisato il marito. Chi era in casa, nella palazzina al numero 39, lungo una stretta strada privata è corso giù per le scale. E poi c'è stato il boato, o più di uno, e quindi i vetri in frantumi e il portoncino dell'appartamento colpito che vola via.

In tanti hanno respirato il fumo acre e a fine giornata si sono contati una ventina di intossicati lievi, tra loro anche due carabinieri che sono entrati nellla palazzina senza maschera nella concitazione del momento. Per fortuna nessun ferito, solo danni, e ingenti, l'intera edificio è infatti inagibile.

I soccorsi. Sono stati tempestivi e in forze. Vigili del fuoco, carabinieri e polizia che aiutano le persone ad uscire dalla palazzina e danno i primi soccorsi. Sul posto tante ambulanze che fanno il via vai tra il quartiere Luna e Sole e il Pronto soccorso dell'Ospedale Santissima Annunziata. Sul posto anche i dirigenti a coordinare le operazioni: Francesca Conti per i vigili del fuoco, insieme al comandante provinciale Renato Cardia e al collega Luca Manselli; il comandante provinciale dei carabinieri Francesco Atzeni, il questore Cesare Palermi e il capo di gabinetto della questura Maurizio Terrazzi, il dirigente delle Volanti Bibiana Pala, il capitano Sergio Molinari e il direttore del 118, Piero Delogu.
E poi il sindaco, Gianfranco Ganau, che del 118 ha avuto esperienza di direzione. È lui che dispone l'ospitalità negli albergi per le famiglie che non hanno trovato una sistemazione alternativa, da amici e parenti.

La bombola. Sono stati ritrovati alcuni pezzi della bombola da cui sarebbe partita la fuga di gas all'origine dell'incendio. Ma ancora la dinamica non è stata chiarita del tutto. Saranno i rilievi della polizia scientifica, iniziati iera sera, a fornire qualche dettaglio.

Per ora solo tanto spavento per l'intero quartiere, il disagio di stare fuori casa (e forse senza casa) per ottanta persone, e tanto sollievo per il pericolo scampato.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Incendio in via Gorizia (foto: SassariNotizie)