pallamano femminile

La Verde Vita domina il derby
Alla Nuorese non basta la grinta

di Daniele Giola
Il terzino della Città dei Candelieri, Olga Bobrovnikova (foto: Ufficio stampa Città dei Candelieri)
Il terzino della Città dei Candelieri, Olga Bobrovnikova (foto: Ufficio stampa Città dei Candelieri)

SASSARI. Il pronostico della vigilia è stato rispettato: la Verde Vita ha superato la pur grintosa Nuorese nell'atteso derby di pallamano con il punteggio di 34 a 27. Davanti ai 600 spettatori del PalaSantoru le due squadre si sono date battaglia con molto agonismo esprimendo, a tratti, anche un gioco spumeggiante.

La gara. Il coach sassarese Milatovic si affida a una difesa "6-0" così come le nuoresi, che propongono subito il nuovo acquisto Luana Pistelli, ex di lusso insieme a Dorovic e al portiere Giudice, oltre che al tecnico Roberto Deiana. Partono bene le sassaresi con la doppietta di Chernova cui risponde la Nuorese con i gol di Satta e Dorovic. Il portiere Porini è una saracinesca, ma anche Giudice ribatte qualche tiro.

Quando però Sassari si distende in prima e seconda fase è +5: 7-2 al 10'. Le ospiti si avvicinano coi rigori di Dorovic, il tiro da fuori di Satta e la potenza di Lojpur, ma la Verde Vita ha una Bobrovnikova immensa (7 gol nel primo tempo). E quando il coach Deiana fa stringere la difesa sul terzino russo, la squadra sassarese lavora bene per liberare il pivot Mladenovic. Nel frattempo Morreale sostituisce tra i pali Porini.

La rete di Contini (in inferiorità numerica) segna il massimo vantaggio (18-12 al 27') che resta tale al riposo: 20-14. Nuoro però rientra in campo determinata: difesa 5-1 e cattiveria in attacco. In tre minuti dimezza il distacco (20-17) e costringe Milatovic a chiedere time out. Il quinto rigore di Dorovic avvicina ancora Nuoro (20-18) al 7'. Il tecnico delle sassaresi inserisce allora Pastor che in attacco gioca da centrale e in difesa serve per la 5-1. La Verde Vita riacquista aggressività e velocità. E' l'ala Contini a guidare il nuovo allungo che ristabilisce il divario: 25-19 al 12'. Poi Pastor con pallonetto per il +7. Ormai le sassaresi hanno la gara in pugno: con Mladenovic il vantaggio tocca il +9 al 23'. Gara archiviata.

Tabellino:
Verde Vita
: Porini, Onnis 3, Bobrovnikova 8, Ganga, Mladenovic 10, Chernova 6, Contini 5, Balsanti 1, Morreale, Albertini, Pastor 1, Musina, Dettori, Piras. All. Milatovic.
Nuoro: Balloi 1, Giudice, Napoli, Satta, Arishina 1, Dorovic 10, Lojpur 5, Pistelli 4, Ballore 1, Cossu , Murgia , Pennisi , Pisanu , Puddu . All. Deiana
Arbitri: Tanasescu-Zappaterreno.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Il terzino della Città dei Candelieri, Olga Bobrovnikova (foto: Ufficio stampa Città dei Candelieri)