PRIMA RASSEGNA FLOroVIVAISTICA

Fiori, alberi e negozi aperti
Le voci dal centro storico

Fine settimana diverso per Sassari: tanta gente a passeggio
Piazza Azuni (foto: SassariNotizie.com)
Piazza Azuni (foto: SassariNotizie.com)
SASSARI. La vera novità del fine settimana è la gente che cammina tra le vie del centro storico, di solito deserte. Fanno la spola tra piazza Azuni, allestita con un prato e tre ulivi ultracentenari, e gli angoli di corso Vittorio Emanuele, diventati giardini per un fine settimana. La prima rassegna florovivaistica ha il merito di consegnare una certezza: basta un'iniziativa condivisa per rianimare il cuore della città. LE FOTO
Quasi tutti i negozi sono aperti e hanno contibuito attraverso l'associazione Il Castello, Centro commerciale naturale, a realizzare la manifestazione, con la collaborazione della aziende florovivaistiche, della Confindustria e il patrocinio comunale.

Le voci della gente. Davanti a un tripudio di fiori colorati: begonie, rose, ciclamini le signore sono unanimi: «Se fosse sempre così... Ma non lo possono lasciare?». E un altro: «Non sembra nemmeno Sassari». Qualche addetto ai lavori storce il naso davanti a una rifinitura a suo parere sbagliata: «Non andava tagliata così, dai...». Ma nessuno resta indifferente anche chi non capisce il senso della manifestazione, qualcuno c'è sempre. La maggior parte passeggiano fin dove di solito non camminano nemmeno di fretta, e poi chiedono consigli, cercano con lo sguardo suggerimenti per il proprio giardino e comprano. Una ragazza chiede: «Terra ne avete?».

Gli stand. Non grossi acquisti in realtà a sentire i pareri di chi ha curato gli allestimenti ed espone i fiori in vendita. «Soprattutto verde e piccole piante colorate, quelle le abbiamo vendute tutte», dice un rivenditore che cura e prepara i bonsai che arrivano anche dal Giappone. «Di bonsai ho venduto qualche esemplare, quelli che costano qualche decina di euro. Gli altri sono contento di averli esposti - continua - ne ho anche uno che vale un migliaio di euro e ha circa 55 anni, è più grande di me». Un'altra signora conferma: «Abbiamo venduto soprattutto i fiori e piante, le ortensie le abbiamo finite tutte, ad esempio. Noi siamo soddisfatti, speriamo di ripetere l'esperienza».

I negozianti. Alti e bassi invece tra i negozianti del centro che hanno contribuito all'iniziativa e hanno tenuto alzate le serrande, nonché abbellito con fiori l'ingresso. Tutti soddisfatti per il bel fine settimana pieno di gente ma non di certo per il giro di affari. Alla domanda: «Avete guadagnato di più?» nessuno ha risposto sì. Dice una libraia: «Più o meno la gente è quella che entra un sabato qualsiasi, non posso dire di aver venduto di più. Ma sono molto felice di veder le persone passeggiare davanti al mio negozio». Più scettica la commerciante di un noto negozio di abbigliamento: «Questa mattina (domenica, ndr) nemmeno uno scontrino. Ieri la gente di un qualsiasi sabato, quindi poca. Insomma l'iniziativa è bella, ma i risultati... Sembra di tornare ai giorni prima di Natale - aggiunge- tutti entrano guardano e vanno via». Stesso discorso in un altro negozio di abbigliamento. Più filosofica invece una signora che vende articoli per la casa con il 20% di sconto per l'occasione: «Solo i bar hanno fatto girare i registratori di cassa, ma noi siamo contenti così. La soddisfazione più grande me l'ha data una signora che davanti al mio negozio ha scoperto un vicolo della sua città. Non l'aveva mai visto... per disattenzione. La nostra speranza è questa: che la prossima volta tornino a passeggiare e magari a comprare. Per oggi però zero scontrini». E sorride.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Piazza Azuni (foto: SassariNotizie.com)