la fotonotizia

Il Coni premia le eccellenze dello sport
e ricorda Gianmarco Manca

Beppe Dettori ha cantato per l'alpino algherese caduto in Afghanistan
di Valentina Guido
Giampiero Marras, Aurora Salvagno e Ivan Zazzaroni (foto: SassariNotizie.com)
Giampiero Marras, Aurora Salvagno e Ivan Zazzaroni (foto: SassariNotizie.com)
SASSARI. Il Coni provinciale di Sassari ha fatto le cose in grande per premiare le eccellenze dello sport del territorio. Lunedì sera al Teatro Civico di Sassari, il presidente e il vicepresidente del Comitato olimpico provinciale, Gian Nicola Montalbano e Marco Ticca, hanno fatto gli onori di casa di fronte ad una platea di autorità, sportivi e appassionati. Padroni del palco, i giornalisti Ivan Zazzaroni e Giampiero Marras hanno scandito una serata a cui hanno partecipato gli atleti più vincenti della storia sarda. Hanno ricevuto il prestigioso premio Coni e gli applausi del pubblico il campione di tiro con l’arco Antonio Carminio, la velocista algherese Aurora Salvagno, la blasonata squadra di pallamano femminile Verde Vita, il pugile di Porto Torres Tore Erittu, la Torres calcio femminile, il pilota sassarese Omar Magliona e, naturalmente, la Dinamo Basket, approdata per la prima volta nella massima serie dopo una stagione travolgente.

Dedicato a Gianmarco Manca. La serata si è aperta con la voce e la chitarra di Beppe Dettori dei Tazenda, che ha dedicato la canzone “Domo mea” a Gianmarco Manca, l’alpino algherese che sabato scorso ha perso la vita in Afghanistan a causa di un attentato rivendicato dai talebani.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Giampiero Marras, Aurora Salvagno e Ivan Zazzaroni (foto: SassariNotizie.com)