Niente vigilanti esterni a Porto Torres
Le ragioni del sindaco e del Comune

Il municipio di Porto Torres (foto: SassariNotizie.com)
Il municipio di Porto Torres (foto: SassariNotizie.com)
PORTO TORRES. In cinque svolgevano attività di vigilanza e accoglienza diurna per il Comune ma da fine settembre la collaborazione della loro ditta, Sgs di Sassari, è stata sospesa. Le ragioni, si legge in una nota, sono legate al bilancio e le loro mansioni saranno ora svolte dai dipendenti. Anche il comune di Porto Torres fa quindi a meno dei vigilanti esterni, lo scorso venerdì in piazza d'Italia i vigilanti privati (Cgil, Cisl e Uil) protestavano per il rinnovo dei contratti e per i continui rinvii dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni. Il sindaco Beniamino Scarpa spiega così motivi che hanno spinto il Comune a sospendere il servizio dell’impresa: «Il costo annuale è pari a 218mila euro. Lo abbiamo prorogato dal 1 luglio fino al 30 settembre, ma ora non ci sono più risorse disponibili e abbiamo deciso di gestire il servizio con i nostri dipendenti. Tra l’altro fino a qualche mese fa veniva già svolto dal personale del Comune».

Le ragioni. «La politica del risparmio - aggiunge il primo cittadino - ci è imposta da un lato dalla scarsità delle risorse finanziarie disponibili e dall’altro dalle enormi difficoltà dei cittadini assistiti dai Servizi sociali, cui abbiamo destinato, e stiamo destinando, tutte le risorse». Sulla stessa linea del sindaco è l’assessore al Bilancio, Giuseppe Mannoni: «Le attenzioni ora sono rivolte ai Servizi Sociali. Nei posti riservati all’accoglienza possono essere reinseriti i dipendenti comunali, che ci stanno dando una grossa mano in attesa di una riorganizzazione generale dell’ente, da portare avanti per migliorare l’intera macchina amministrativa e metterla totalmente al servizio dei cittadini».

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Il municipio di Porto Torres (foto: SassariNotizie.com)