I sardi in Catalogna donano 3.700 E
I fondi devoluti alla Ass. Pollicino

 (foto: OlbiaNotizie.it)
(foto: OlbiaNotizie.it)


OLBIA. L’Associazione dei Sardi in Catalogna, costituitasi negli anni ’70, all’indomani dell’alluvione ha organizzato uno spettacolo “Un cop de Mà a Sardenya”, svoltasi il 7 dicembre a Barcellona al Centre cultural Sant Pere Apòstol, a cui hanno partecipato decine di artisti provenienti da diverse parti del mondo che hanno offerto le loro esibizioni a titolo gratuito. Lo scopo della manifestazione era quello di raccogliere fondi da destinare ai bambini sardi che hanno subìto disagi in seguito all'alluvione del 18 novembre scorso. Grazie allo spettacolo è stato possibile raccogliere, tra i sardi che vivono a Barcellona, tremila e settecento euro che sono stati devoluti all'associazione Pollicino di Olbia“Il direttivo ha deciso di destinare l’importo della donazione all’Associazione Pollicino, individuata tra altre perché opera nel territorio isolano e agisce a diretto contatto con le persone colpite dall’alluvione. In secondo luogo abbiamo richiesto che la donazione venisse investita nell’acquisto di beni di prima necessità, prodotti direttamente da aziende sarde. Siamo convinti che i più piccoli siano quelli che risentono maggiormente delle difficoltà di queste tragedie, per questo abbiamo individuato l’Associazione Pollicino che da anni si dedica ad aiutare i minori e le loro famiglie, attraverso una capillare assistenza sociale e domiciliare. Il progetto “Crescere Insieme”, che presta aiuto a 61 minori, è riuscito a mettere d’accordo all’unanimità tutto il direttivo”, ha detto la presidente dell'Associazione dei Sardi in Catalogna, Claudia Loi.


Negli scorsi giorni è avvenuta la consegna del bonifico, portato sino a Olbia dal vice presidente dell’Associazione dei Sardi in Catalogna, Giacomo Floris. “Siamo grati a chi, in questo momento di profonda crisi, riesce a trovare spazio per aiutare anche gli altri”, ha detto Katiuscia Canu, la presidente della Onlus che da anni collabora con la Asl di Olbia, per l’assistenza dei bambini che affrontano una situazione di disagio o che sono ricoverati all’ospedale. “Ringraziamo con il cuore per questo meraviglioso gesto di fraterna vicinanza, un gesto che dimostra come la solidarietà non abbia confini: attraverso questo importante contributo riusciremo a garantire per più tempo l’assistenza domiciliare del progetto “crescere insieme”. Così come richiesto dai nostri amici di Catalogna, il contributo verrà utilizzato per l’acquisto di generi alimentari prodotti esclusivamente in Sardegna da produttori sardi. I prodotti verranno acquistati e distribuiti immediatamente alle famiglie con bambini”, ha concluso Katiuscia Canu.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: OlbiaNotizie.it)