La Torres presenta gli ultimi acquisti
Nucifora: «Ora puntiamo alla Serie C»

di Daniele Murino | Twitter: @DanieleMurino

SASSARI. La fine dell'anno ha spazzato via i cattivi presagi e dall’inizio del 2014 in casa Torres si respira un’aria nuova. L'arrivo dell'avvocato Nucifora come responsabile dell'area tecnica ha stravolto non solo la mentalità della squadra ma anche gli obbiettivi della società: finalmente non si parla più di salvezza ma di salto di categoria. Un traguardo che secondo Manolo Patalano è alla portata dei rossoblù che, grazie ai nuovi innesti, hanno le carte in regola per ambire alla parte destra della classifica.

Ma per raggiungere l’obbiettivo della Serie C bisognerà sfoderare un girone e di ritorno praticamente perfetto. Sedici partite, sedici battaglie, che non dovranno essere intaccare da alcuna sconfitta, o quasi. E allora ben venga la mentalità vincente dell'avvocato Nocifera e dei nuovi giocatori che, in larga parte, provengono da esperienze e risultati esaltanti. Un collettivo appena nato che sembra avere già mostrato tutto il suo potenziale nella bella vittoria di domenica scorsa a Cuneo. Oltre alla ventata di freschezza legata al mercato invernale, però, dalla conferenza stampa di via Coradduzza è emerso un altro elemento: la Torres ha finalmente un progetto. Il programma, nato nel mese di dicembre nelle riunioni tra l’avvocato Nucifora e gli attuali presidenti Capitani e Martino, ha come orizzonte ultimo non solo quello della Serie C ma anche quello della lotta per la serie cadetta.

«Per ambire al salto di categoria – ha affermato l’avvocato Nucifora durante la conferenza stampa - nel girone di ritorno dobbiamo conquistare più punti di tutte le altre squadre. E per farlo abbiamo portato a termine un mercato di primissimo livello. La rosa è stata rinforzata grazie all’arrivo di un portiere, due difensori e tre attaccanti. Tutti giocatori con alle spalle un’annata vincente. D’ora in avanti è importante che la società, l’allenatore, i tifosi e la stampa, diventino un corpo unico per centrare l'obbiettivo del salto di categoria». Un pensiero condiviso anche da mister Cari: «Ora potremo pensare più a noi stessi e un po' meno all'avversario. Con gli ultimi innesti la rosa è di primissima qualità. Un altro acquisto? Forse un difensore».

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo