Scuola, gli studenti scendono in piazza
Martedì il corteo attraverserà la città

 (foto: SassariNotizie.com)
(foto: SassariNotizie.com)

SASSARI. «La scuola necessita di una seria riforma che porti vantaggi e credibilità in un periodo ormai tragico per la Sardegna ma anche per l’intero Paese. Per questo noi studenti vogliamo essere partecipi nel dare l’ennesimo input a questo Governo». Lo riferisce il Presidente del Comitato Spontaneo Studenti degli Istituti Superiori della Provincia di Sassari Massimo Rizzu. «Abbiamo bisogno - prosegue Rizzu - di una seria coesione tra studenti e istituzioni affinché si torni ad avere fiducia nelle autonomie scolastiche e nella politica in generale».

Il Comitato ha annunciato una manifestazione a Sassari il 14 gennaio alle ore 09:30 con partenza da Piazza Marconi. L’istruzione, l’edilizia scolastica, il lavoro, la trasparenza e lo Stop al finanziamento illecito delle scuole private sono punti cardini del lavoro del comitato e su ciò faranno più pressione possibile affinché la nuova Giunta regionale, la Provincia e il Comune si facciano portavoce dei problemi giovanili e non solo. «L’istruzione e la formazione - scrive il Presidente - sono basi necessarie per il lavoro che oggi in Italia manca, ma soprattutto per far sì che si dia possibilità di crescita bloccando così la disoccupazione ormai alle stelle e tutto quel sistema clientelare che gira attorno alla politica». Concludendo Massimo Rizzu, a nome del comitato, invita tutti i docenti, il personale delle scuole, lavoratori, Dirigenti Scolastici, piccoli Amministratori Locali a scendere in piazza lasciandosi dietro la "bandiera partitica" e dicendo basta ai "dictat’" partitici che bloccano un paese. Durante la manifestazione ci sarà anche un gruppo di ragazzi che illustreranno, agli interessati, una petizione sull’edilizia scolastica Sassarese.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: SassariNotizie.com)