La ricerca: usare Internet al di fuori
dell'orario di lavoro causa dipendenza

SASSARI. Le persone che hanno risultati a lavoro più brillanti, che utilizzano la tecnologia anche oltre l'orario di lavoro, hanno una maggior probabilità di usare Internet in modo compulsivo, perdere la loro capacità di giudizio e fare più errori. Il team di scienziati della Northampton Business School ha scoperto che, nel campione di volontari coinvolto, i soggetti che lavorano eccessivamente erano quelli più a rischio da dipendenza da Internet e uso compulsivo della Rete. I ricercatori hanno invitato anche le imprese a emanare direttive adeguate sull'uso sicuro di Internet, educando sui pericoli legati alla Rete. "In particolare - ha spiegato Cristina Quinones Garcia, primo autore dello studio - sono in pericolo quelli che lavorano a lungo da casa e utilizzano la tecnologia per lavorare anche al di fuori dell'orario d'ufficio, e quelli che non vengono controllati a causa del loro grande successo". Il team di ricercatori ha reclutato 516 uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 65 anni: oltre il 60 per cento riferiva l'uso compulsivo di Internet ed esibiva sintomi di astinenza quando non era on line.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo