Eurocup amara per la Dinamo
Contro il Bamberg finisce 83-72

di Daniele Murino | Twitter: @DanieleMurino
 (foto: Max Turrini)
(foto: Max Turrini)

SASSARI. Cinque sconfitte nelle ultime sei partite. Viste così le ultime prestazioni della Dinamo potrebbero far pensare a una piccola crisi di gioco e di risultati. Ma la gara di questa sera, disputata sul parquet del Bamberg per la seconda giornata di Eurocup, ha dato dei segnali completamente diversi. I ragazzi di Meo Sacchetti hanno lottato alla pari contro una delle formazioni maggiormente accreditate per la vittoria finale del torneo. E se a questo si aggiunge il nuovo forfait di Travis Diener e il mancato utilizzo Linton Johnson, allora la sconfitta contro la formazione tedesca per 83-72 assume dei contorni completamente diversi.

In questa serata di coppa sono tante le cose da salvare. Per alcuni tratti del match la Dinamo ha mostrato di poter giocare ad armi pari contro i padroni di casa. Soprattutto all’inizio del primo, del terzo e dell’ultimo quarto quando i biancoblù sono stati bravi a imporre alla gara un ritmo forsennato mettendo in seria difficoltà gli avversari. Merito della caparbietà di Caleb Green e della fisicità di Drew Gordon che dopo un avvio stentato ha chiuso il match da assoluto protagonista. E merito anche di Brian Sacchetti che nei momenti caldi del match si è fatto trovare pronto con i piedi oltre l’arco. Ma nelle fasi finali è emerso il potenziale dei tedeschi. Negli ultimi minuti, prima Sanders e poi Harris hanno ammazzato la partita con tre tiri dalla lunga distanza. Tre conclusioni che hanno ricacciato il Banco a distanza di sicurezza. Un finale amaro che, comunque, non pregiudica le chance di qualificazione della Dinamo. Attualmente i sassaresi occupano il secondo posto nel girone grazie a una vittoria e una sconfitta. E già mercoledì prossimo potrebbero scrivere una nuova pagina di storia europea contro il Gravelines.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Max Turrini)