Polpi sottomisura e ricci guasti
Denunciati quattro ristoratori

di Daniele Giola

PORTO TORRES. Quattro ristoratori denunciati a piede libero per detenzione di polpi sottomisura e polpa di riccio di mare congelata e in cattivo stato di conservazione, nove verbali per un ammontare complessivo di oltre 17mila euro, dieci sequestri, di cui due penali e otto amministrativi, per un totale di circa 34 kg, tra ricci e altri pesci. E' il risultato di una vasta operazione di polizia marittima portata a termine dalla Guardia Costiera di Porto Torres e di Alghero nel fine settimana appena trascorso.

Pronto è stato l'intervento del personale della Asl dì Sassari che su chiamata dei militari (15 uomini coordinati dal comandante della Capitaneria di porto di Porto Torres, Capitano di Fregata Marco Nobile) ha ispezionato minuziosamente circa 40 esercizi di ristorazione di Alghero. Sempre nell'ambito dell'attività operativa finalizzata al contrasto della pesca illegale del riccio di mare, nella mattinata di sabato una motovedetta veloce della Guardia Costiera di Porto Torres ha intercettato nelle acque di "Marritza", alcuni subacquei con bombole in attività sospetta. In seguito ai controlli effettuati, si è proceduto a sequestrare oltre 1.000 esemplari dì riccio, nonché tutta l'attrezzatura utilizzata per la cattura, comprese tre bombole, vietate per tale tipo di pesca. Gli esemplari sequestrati, ancora vivi, sono stati rimessi in libertà mentre i trasgressori sono stati multati con una sanzione di 2mila euro.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo