DISAGI DOPO L'ALLUVIONE

Ancora proteste per ponte sull'Oddone
Lunedì una "riunione informale"

di Antonella Brianda | Twitter: @antobrianda
 (foto: OlbiaNotizie.it)
(foto: OlbiaNotizie.it)


OLBIA. Questa mattina, a Loiri Porto San Paolo, i sindaci dei comuni di Olbia, Loiri, Padru, Alà dei Sardi e Buddusò si sono riuniti e hanno deciso di mettere insieme le proprie forze e portare avanti una protesta per mettere in risalto lo stato strutturale precario in cui si trova il ponte sull’Oddone.  Dal 18 novembre scorso, infatti, a causa dell’alluvione uno dei pilone che lo sostiene ha ruotato sul suo asse andando così a danneggiare la sede stradale e rendendola di fatto impraticabile oltre che pericolosa. Da quasi tre mesi la circolazione è stata deviata sulla strada Sassari-Olbia passando per Enas e sulla 131 Dcn passando per Trudda. Queste quanto mai opportune deviazioni comportano però ogni giorno enormi disagi, sia per i cittadini di Loiri, Berchiddeddu, Padru, Buddusò e tutte le frazioni dell’entroterra gallurese, che per le attività commerciali. Più volte e in svariate sedi è stato chiesto che si proceda con i lavori per mettere in sicurezza questo fondamentale tratto stradale, ma nessuna risposta concreta è arrivata finora. Così, a seguito della riunione di questa mattina, i primi cittadini dei paesi coinvolti, l’unanimità hanno preso la decisione di convocare proprio nel ponte sull’Oddone una “riunione informale”  per lunedì 3 febbraio alle ore 10, estesa alla popolazione e ai Consigli Comunali. 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: OlbiaNotizie.it)