CHIESA DI SASSARI IN FESTA

Papa Francesco approva il decreto:
sì alla beatificazione di Padre Zirano

di Michele Spanu | Twitter: @MicheleSpanu84
Papa Francesco (foto: Wikimedia Commons)
Papa Francesco (foto: Wikimedia Commons)

SASSARI. Papa Francesco ha approvato la beatificazione del frate sassarese Francesco Zirano, ucciso in Algeria nel 1603. Padre Zirano, nato a Sassari nel 1564 da una famiglia contadina di profonda fede cattolica, seguì - entrando tra i frati minori conventuali - le orme di un cugino che, poco dopo, fu però fatto schiavo dai corsari sbarcati sull'isola e condotto ad Algeri. Padre Francesco faticosamente raccolse il denaro necessario per il riscatto e partì con l'intento di liberare il parente. Ma, una volta in Algeria, fu spogliato dell'abito, percosso, incatenato e condotto in carcere, dove trovò altri cristiani. Per uno scambio di persona, fu condannato a morte. Confidando in Dio diede testimonianza ai compagni di galera di restare forti nella fede. L'esecuzione venne eseguita il 25 gennaio del 1603.

L'arcivescovo di Sassari, Paolo Atzei, appartenente allo stesso ordine religioso di Padre Zirano - quello dei frati minori conventuali - esprime grande soddisfazione per la firma del decreto da parte del Pontefice. "Era una notizia attesa quanto mai - afferma - , dopo due decenni e mezzo dalla ripresa della causa di beatificazione. Essendo soprattutto una causa storica, ossia del Martirio di Padre Zirano subìto "in odium fidei", necessitava di continui apporti documentali man mano che la causa imponeva nuove ricerche e accertamenti, fino al 'parere' positivo  degli otto commissari, a quello delle Congregazione di cardinali e vescovi, ma soprattutto al decreti ufficiale con cui  il Santo Padre ha dichiarato possa  essere proclamato Beato. Sarà l'Ordine dei Frati Minori Conventuali, con la Provincia Sarda autrice della Causa, stabilire dove e quando celebrare tale evento. Che è davvero splendido per la perenne attualità del messaggio: dare a causa di Cristo e come Cristo la vita per i fratelli. Sono grato a Dio per questo degnissimo figlio della Chiesa turritana, nata storicamente dal sangue dei Martiri Gavino, Proto e Gianuario. Grato anche come confratello di padre Zirano che ha avuto l'onore di concludere da ministro provinciale dei Frati Minori Conventuali della Sardegna, con monsignor Isgrò arcivescovo, la fase o l'iter istruttorio diocesano".

Il papa ha approvato anche la beatificazione dei martiri sudcoreani Paolo Yun Ji-chung, laico, e 123 compagni, uccisi in odio alla fede tra il 1791 e il 1888. Salirà inoltre alla gloria degli altari grazie a un decreto firmato ieri dal Papa anche un altro francescano italiano, lo stimmatizzato fra Faustino Ghilardi, dei frati minori, morto nel 1937 in concetto di santità dopo aver trascorso oltre 40 anni nel suo convento di Montaione in provincia di Firenze.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Tags
Immagini articolo
  • Papa Francesco (foto: Wikimedia Commons)