Esposizione all'amianto, l'Afeva chiede
un impegno ai candidati governatori

di Antonio Muglia | Twitter: @m_connexction
 (foto: SassariNotizie.com)
(foto: SassariNotizie.com)

SASSARI. Benefici previdenziali per i lavoratori esposti all'amianto, censimento di tutti quelli colpiti e elaborazioni delle linee guida per la sorveglianza sanitaria univoca. Sono alcune delle richieste dell'Afeva Sardegna, l'associazione familiari e vittime dell'amianto della Sardegna, ai candidati alla presidenza alle prossime elezioni regionali. In una lunga lettera aperta indirizzata ai sei aspiranti governatori il presidente dell'associazione Salvatore Garau ha messo nero su bianco le richieste volte a diminuire il rischio di esposizione alla pericolosa sostanza cancerogena e allo stesso tempo dare le adeguate garanzie ai cittadini che sono stati esposti. Tra le richieste c'è quella di "istituire, senza maggiori oneri per la finanza regionale, la Commissione regionale permanente tecnica-politica, della quale ne faranno parte anche due referenti dell'Afeva che pervenga alla istituzione dello Sportello informa-attivo unico amianto, alla valutazione e applicazione della normativa nazionale e regionale di settore e alla elaborazione e promozione di protocolli d'intesa tra tutti i soggetti coinvolti". L'associazione ha quindi chiesto ai candidati di manifestare, pubblicamente e prima del 16 febbraio, l'impegno su questi temi". Secondo i dati dell'associazione - che ha annunciato una manifestazione per il 28 aprile a Cagliari - ogni anno muoiono a causa dell'amianto quattro mila persone.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: SassariNotizie.com)