Filt-Cgil, Arnaldo Boeddu rieletto
segretario generale provinciale

SASSARI. Il segretario generale uscente Arnaldo Boeddu è stato rieletto oggi alla guida della Filt-Cgil provinciale di Sassari, in conclusione del decimo congresso territoriale della Federazione Italiana Lavoratori dei Trasporti. L'assemblea dei delegati ha votato nel pomeriggio il rinnovo del mandato. Nella sua relazione introduttiva ai lavori del congresso, ospitato nella sala conferenze dello Sporting club Le Querce a Sassari, il riconfermato segretario ha evidenziato la situazione di crisi generale della provincia, prima di fare il punto sulla situazione dei trasporti. A fronte di alcuni traguardi raggiunti, come i bilanci in positivo delle aziende di trasporto pubblico e il rinnovamento del parco mezzi dell'Atp di Sassari, restano nel sistema, ha detto Boeddu, troppe criticità, a partire dalla clamorosa incompiuta del centro intermodale del capoluogo, oggetto di un imbarazzante rimpallo di responsabilità tra Arst e Comune, il cui risultato è l'assenza a tutt'oggi di un fondamentale infrastruttura per tutto il territorio. A questo si aggiunge il mancato completamento della metropolitana di superficie che secondo i progetti dovrebbe arrivare fino all'aeroporto di Alghero.

Boeddu ha segnalato poi la necessità del rinnovo del contratto per gli autoferrotranvieri e denunciato la continua riduzione degli addetti, causata anche dalla mancata sottoscrizione del contratto di servizio con Trenitalia: in pochi anni i ferrovieri sono passati da duemila a 850. Passando alla portualità, è stata ricordata l'assenza di un progetto complessivo per risolvere la seria crisi del comparto, in primis le infrastrutture necessarie e l'adeguamento dei fondali per accogliere le navi da crociera. Capitolo a parte per il trasporto aereo: il segretario ha criticato pesantemente l'avvio dell'iter per la privatizzazione della Società di gestione dello scalo di Alghero, decisa dalla giunta pochi giorni fa senza alcun confronto col consiglio regionale e le parti sociali. La Regione è stata accusata anche per la fallimentare gestione della continuità territoriale e il pressapochismo nelle politiche dei trasporti che ha causato la perdita di posti di lavoro e il conseguente rischio del calo dei servizi nel territorio.

Al congresso ha partecipato anche il segretario generale confederale della Camera del lavoro di Sassari Antonio Rudas. Rivendicando il ruolo del sindacato, baluardo del confronto democratico da oltre un secolo, Rudas ha ribadito le critiche alla giunta uscente: in particolare per l'atto di prevaricazione «violento e inaudito» sulla vendita delle quote della Sogeaal, provvedimento deciso da un presidente della Regione «che si permette di ripresentarsi al voto». Il rischio, ha spiegato il segretario della Cgil provinciale, è che l'aeroporto di Alghero sia oggetto di una speculazione finanziaria che può causare gravi ripercussioni non solo per il trasporto aereo del nordovest ma per l'intero territorio. La parola d'ordine dev'essere la ripresa della mobilitazione in tutti i settori, reclamando il mantenimento degli impegni, primo tra tutti quello della reindustrializzazione. Uno dei punti imprescindibili è l'applicazione del protocollo sulla chimica verde, ancora inattuato, che metta le basi per la verticalizzazione delle produzioni, senza le quali, ha detto Rudas, la chimica verde resterà un progetto fine a se stesso.

I lavori sono stati conclusi dal segretario nazionale della Filt-Cgil Mauro Rossi. «Il dibattito del congresso - ha detto Rossi - ha confermato la grande criticità del settore trasporti e il dramma che ha investito i lavoratori del settore. La drammatica assenza di una politica dei trasporti, la colpevole assenza della politica nazionale e locale a questo riguardo rappresentano il vero nodo da affrontare e l’obiettivo rivendicativo del sindacato dei trasporti della Cgil. L’affermazione di una politica di sistema, la tutela occupazionale, l’affermazione di regole esigibili sono i temi che caratterizzeranno l’iniziativa della Filt, non solo come richiamato dal segretario Boeddu nel territorio di Sassari ma analogamente a livello regionale, in tutta la Sardegna, e a livello nazionale per quanto riguarda il Paese». Prima degli interventi dei delegati della Filt, hanno portato il saluto delle categorie Cgil Pierpaolo Spanedda (Funzione pubblica), Tore Frulio (Fillea), Luciana Canu (Fisac), Stefano Manca (Slc), Gavino Doppiu (Fiom) e Angelo Cossu (Flai), oltre a Lalla Odoni del Dipartimento Migranti. Per la Filt-Cgil regionale è intervenuto il segretario Franco Monaco. Sono intervenuti inoltre Gustavo Alberti, in rappresentanza dell'Arst, e Roberto Pocci, direttore generale dell'Atp di Sassari.


 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo