Come aiutarsi in tempo di crisi
Arriva in città il "Pane in attesa"

di Daniele Murino | Twitter: @DanieleMurino

SASSARI. L'usanza del “pane in attesa” è nata qualche anno fa nei quartieri popolari di Napoli. I clienti della panetteria, una volta arrivati alla cassa, oltre a pagare quanto dovuto, lasciavano un piccolo extra “in attesa”. Una prassi che consentiva alle persone meno abbienti di sfruttare il credito nell'arco della giornata e di tornare a casa con un pezzo di pane da mettere sulla tavola. L'iniziativa ha presto varcato i confini portenopei fino a diventare una realtà conosciuta in tutta Europa.

Ora il fenomeno del “pane in attesa” è arrivato anche a Sassari. Da oggi in avanti la panetteria di via Torre Tonda accoglierà le offerte dei clienti che al momento di pagare decideranno se lasciare una piccola offerta per le persone meno abbienti. Un'idea che, dopo il cash mob della scorsa settimana, riaccende i riflettori sul centro storico e sulla solidarietà che questo quartiere riesce ad offrire.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo