Olbia, parcheggi di via D'Annunzio
12 consiglieri chiedono chiarimenti


OLBIA. Hanno presentato un’interrogazione consiliare per chiedere chiarimenti sui lavori in via D’Annunzio a Olbia. Dal 20 dicembre scorso le ruspe stanno lavorando per la costruzione di un parcheggio. Dodici consiglieri comunali di minoranza vogliono vederci chiaro sulla vicenda e hanno indirizzato una richiesta al sindaco Gianni Giovannelli. Già nei primi giorni di marzo i consiglieri Enza Tucconi e Benedetto Cristo avevano sollevato una serie di contestazioni legate alle procedure di inizio lavori. “Dopo un recente sopralluogo sul tratto di strada interessato, dove ormai non si lavora più da venti giorni, abbiamo potuto appurare che nessun cartello di cantiere è stato apposto, in pieno sfregio alle norme edilizie, di sicurezza sul lavoro, e di vigilanza urbanistica in materia”, si legge nell’interrogazione presentata dai consiglieri. “Con grande stupore - continua la nota - apprendiamo altresì che la Giunta comunale in data 20 marzo 2014 con delibera n. 94 approva lo studio di fattibilità del progetto degli interventi di miglioramento arredo urbano in via G. D’Annunzio; nella delibera si da mandato, dichiarando il falso, di avviare l’iter procedurale ad eseguire un lavoro, di fatto già realizzato, senza il rispetto dell’iter previsto dal codice dei contratti”. 

Secondo quanto sostengono i consiglieri “si potrebbero ravvisare gli estremi di falso ideologico”; i dodici ricordano anche che “nel 2014 il consiglio comunale di Olbia si è riunito solo una volta”. “Con quale procedura amministrativa sono stati affidati i lavori in oggetto e in forza di quale contratto siano stati eseguiti?”. Su questo e altri chiarimenti legati alle autorizzazioni ambientali e paesaggistiche e alla ditta appaltatrice dei lavori dovrà rispondere il primo cittadino Gianni Giovannelli e la sua Giunta.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo