La Dinamo strapazza Montegranaro
Alla sirena il risultato è 98-75

di Daniele Murino | Twitter: @DanieleMurino
Tessitori al tiro (foto: dinamobasket.com / Max Turrini)
Tessitori al tiro (foto: dinamobasket.com / Max Turrini)

SASSARI. La sconfitta di domenica scorsa rimediata sul campo di Reggio Emilia è solo un brutto ricordo e sotto gli occhi dei suoi cinquemila tifosi la Dinamo porta in scena un’altra grande domenica di pallacanestro. I ragazzi in canotta biancoblù strapazzano Montegrananro con il punteggio di 98-75 mostrando quella velocità e quella aggressività mancata nella sfida emiliana. Adesso, con due punti in più in classifica, il Banco può preparare al meglio la sfida di domenica prossima quando l’avversario di turno sarà Siena. Una sfida importante quella contro i campioni d’Italia sia per ottenere un buon piazzamento in chiave playoff sia per capire lo stato fisico e mentale dei sassaresi.

Ma nonostante un punteggio eloquente, la partita di piazzale Segni ha avuto alcuni momenti di tensione. Anche perché l’ipotesi che la partita tra la Dinamo e Montegranaro si potesse trasformare in una semplice amichevole è svanita presto. Dopo un avvio di gara complicato che alla prima sirena vedeva i padroni di casa avanti 25-14, la squadra marchigiana ha iniziato a giocare senza pensare alla pressione del match o alla smania del risultato. Una condizione che ha consentito ai giocatori in canotta scura di ricucire, minuto dopo minuto, lo strappo iniziale (46-42). Così, al ritorno dagli spogliatori è iniziata un’altra partita. Tutte e due le due squadre hanno provato ad aumentare la pressione difensiva e ad accelerare i ritmi in attacco. Una situazione di gioco ideale per il Banco che nella parte centrale del terzo quarto ha vissuto un momento di esaltazione. Tra i tanti protagonisti del nuovo break ha brillato soprattutto la stella di Amedeo Tessitori (14 punti). Dopo essere partito nel quintetto iniziale, il centro toscano ha ripagato la fiducia di Sacchetti mostrando giocate di altissima qualità. L’apporto del numero trentadue ha consentito agli isolani di chiudere il terzo quarto avanti 73-50. Un vantaggio tale da permettere ai sassaresi di sollevare il piede dall’acceleratore e di controllare la gara fino alla sirena quando il tabellone luminoso segnava il 98-75.

Eppure i 23 punti di scarto con cui la Dinamo ha battuto Montegranaro non sono stati sufficienti per addolcire gli umori di Meo Sacchetti. Al termine della partita il coach sassaresi si è presentato in sala stampa criticando duramente l’atteggiamento dei suoi giocatori. Davanti ai giornalisti Sacchetti si è soffermato sul calo di attenzione accusato nel secondo quarto dalla sua squadra, un black out che avrebbe potuto offrire agli ospiti la possibilità di rientrare in partita. Poi, prima di lasciare i microfoni, il coach di Altamura si è lasciato andare a uno sfogo contro alcuni giocatori che non si impegnerebbero abbastanza.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Tessitori al tiro (foto: dinamobasket.com / Max Turrini)