Porto Torres, alla Guardia Costiera
arriva una nuova unità navale

 (foto: Capitaneria di porto di Porto Torres)
(foto: Capitaneria di porto di Porto Torres)

PORTO TORRES. Arriva una nuova unità navale alla Guardia Costiera: la motovedetta CP 291, pattugliatore d'altura di modernissima costruzione, è stata di recente assegnata al Comando di Porto Torres. L'unità, riassegnata dalla Capitaneria di porto di Cagliari a quella turritana, è giunta agli ormeggi nella nuova sede di destinazione venerdì scorso dopo circa dieci ore di navigazione, accolta da un'altra motovedetta e assistita nella manovra dal personale in banchina. Ad attendere l'unità, anche il comandante della Capitaneria di porto, il capitano di fregata (CP) Marco Nobile, che ha avuto modo di festeggiare con tutto l'equipaggio in ossequio alle regole del codice marinaresco.

Lunga 25 metri e capace di un'autonomia di quasi mille miglia, la motovedetta CP 291 è dotata dei più moderni e sofisticati sistemi radar di scoperta navale, ed è impiegabile nelle operazioni ad ampio raggio anche nei teatri operativi esteri sia per la lotta all'immigrazione che per il controllo delle attività di pesca. La CP 291 sostituisce, potenziando la risposta operativa della Guardia Costiera di Porto Torres, la CP 259, unità di vecchia concezione, che adesso fa bella mostra di se nel piazzale della Capitaneria in attesa che vengano definite le pratiche per la definitiva dismissione e vendita all'asta. Il comandante Nobile si è detto soddisfatto della nuova assegnazione, segno evidente e tangibile dell'attenzione rivolta dal Comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto verso una realtà locale difficile quale quella di Porto Torres.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Capitaneria di porto di Porto Torres)