Agricoltura, resi noti i dati Inail:
2mila incidenti l'anno in Sardegna

di Francesco Bellu
 (foto: Comune di Tula)
(foto: Comune di Tula)

SASSARI. Più di 2mila incidenti all'anno, cioè tre volte di più rispetto alla media italiana. Questo è il quadro delineato dall'Inail sugli infortuni nel comparto agricolo in Sardegna. I dati si fanno ancora più preoccupanti se si va a guardarli nel dettaglio, perché in molti casi ne sono vittima persone anziane, i quali lavorano nei campi o perché in pensione, oppure come seconda occupazione, quasi come se fosse un "hobby". Spesso si trovano a guidare mezzi ormai precari su terreni accidentati, tant'è che tra le cause più frequenti c'è il ribaltamento dei trattori, che nell'isola hanno un'età media di circa vent'anni.

Solo nel 2012 sono stati denunciati nella regione venti infortuni mortali sul lavoro e ben cinque sono legati al mondo del agricoltura, tanti quanti nell'industria. Quelli gravi sono stati 652, un numero superiore anche ai 378 rilevati nel comparto delle costruzioni, con un concentramento degli episodi nella provincia di Nuoro dove peraltro c'è stato anche un incremento a cavallo tra la fine del 2013 e il 2014. Così per cercare di migliorare la sicurezza nel settore Inail e gli assessorati alla Sanità e all'Agricoltura della Regione hanno stipulato un protocollo che consentirà a circa 200 imprese agricole sarde di accedere a un finanziamento complessivo di 250 mila euro (un migliaio di euro a beneficiario) per l'installazione di telai di protezione e cinture di sicurezza sui trattori. Secondo una stima sono ben 5 mila i mezzi che devono essere adeguati agli standard attuali.

Per accedere al bando, pubblicato il 28 marzo scorso sul sito dell'Argea, gli interessati dovranno prima registrarsi on line. Si potranno poi compilare le domande dalla mezzanotte del 22 aprile sino alla mezzanotte del 30 aprile, mentre l'integrazione della documentazione cartacea dovrà essere presentata entro il 12 maggio ai servizi territoriali dell'Argea. Informazioni sono disponibili anche negli sportelli Urp dell'Agenzia e sul sito www.sardegnaagricoltura.it. Essendo un bando "a sportello", le domande verranno prese in considerazione in ordine di presentazione. Il contributo per l'adeguamento dei trattori assegnato a ciascun imprenditore agricolo sara' calcolato nella misura del 50 per cento della spesa sostenuta, per un importo massimo di mille euro piu' Iva (1.220 euro). Il bando anticipa alcune novità normative per migliorare le condizioni di sicurezza dei conducenti di mezzi agricoli: dal 22 marzo 2015 sarà obbligatorio, infatti, il patentino, mentre dal 30 giugno 2015 scatterà l'obbligo di revisione delle macchine agricole, con priorità per quelle immatricolate prima del 1 gennaio 2009. Le iniziative su prevenzione e sicurezza in agricoltura previste dal progetto Inail-Regione saranno pubblicizzate anche con opuscoli informativi che verranno diffusi in modo capillare anche tramite le Asl.

 

 

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Comune di Tula)