L'ANALISI

Mister 10mila voti si riscopre più piccolo

di Michele Spanu | Twitter: @MicheleSpanu84
Gianfranco Ganau, sindaco di Sassari (foto: Alessandro Garau)
Gianfranco Ganau, sindaco di Sassari (foto: Alessandro Garau)

Una cosa è certa: le primarie del 6 aprile hanno avuto l'effetto di un piccolo terremoto sui vertici del Partito democratico. Il primo a traballare pericolosamente è Gianfranco Ganau, "Mister 10mila voti" che, con il suo appoggio incondizionato ad Angela Mameli, forse pensava di aver dato alla città e ai suoi elettori un'indicazione di peso sulla scelta del nuovo candidato sindaco del centrosinistra. Al contrario, l'esito di questa consultazione riduce la leadership dell'ex sindaco e dimostra che il suo successo alle ultime elezioni regionali non va visto come il risultato di un uomo singolo ma come il frutto del lavoro di squadra dei tanti compagni di partito che hanno fatto quadrato intorno al suo nome. In questo senso, è dura la lezione anche per Silvio Lai, segretario regionale del partito e sponsor "ufficiale" della Mameli, insieme ad altri pezzi da novanta come Giacomo Spissu, Salvatore Demontis e Valerio Meloni i quali ora si ritrovano a fare i conti con l'imprevidibilità di una base che si sta preparando al congresso regionale con i coltelli già affilati.

Se i vertici traballano, la base del partito è alla riscossa. La grande affluenza delle primarie, forse non prevista in questi termini dagli stessi organizzatori, stravolge le aspettative della vigilia: Nicola Sanna, ex assessore al Bilancio ottiene un risultato degno di nota mentre Alessandra Giudici, ultima tra i cinque candidati, porta a casa un flop clamoroso se si considera che è l'unica ad essere in carica. A questo punto la partita riparte da un sostanziale pareggio tra Mameli e Sanna. I consensi conquistati da Gianni Carbini e Monica Spanedda, tutti colleghi di Sanna nell'ultima giunta Ganau, possono essere determinanti. La domanda è: verso quale candidato verranno indirizzati i loro voti? Oggi è troppo presto per dirlo. Con tutta probabilità la risposta arriverà al termine di trattative che si preannunciano complesse. In ogni caso, il risultato del ballottaggio non è affatto già scritto. Sicuramente, e questo lo abbiamo capito oggi, i risultati non sono il frutto di accordi. Il vento delle primarie può stravolgere le aspettative e far virare le barca come meno te l'aspetti.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Gianfranco Ganau, sindaco di Sassari (foto: Alessandro Garau)