Il folk di Michael McDermott
apre stasera il festival "Trimpanu"

 (foto: Facebook)
(foto: Facebook)

SASSARI. La nona edizione di Trimpanu si apre stasera con un vero e proprio paladino del folk-rock americano. Il chitarrista Michael McDermott sarà sul palco del Teatro civico alle 21 per uno show che si preannuncia imperdibile. E, venerdì sera, la grande serata finale con Antonella Ruggiero in Piazza Italia  insieme con il World Ensemble guidato da Maurizio Camardi.

Questa volta le "musiche dal mondo" che da sempre sono associate alla manifestazione – organizzata dall’associazione Kunzertu in collaborazione con il Comune di Sassari e l’assessorato alle Culture – vengono anche dall'altra parte dell'Atlantico: precisamente da Chicago, dove si è fatto strada il carisma di Michael McDermott, definito sin dal suo esordio nel 1991 "The next big thing" della canzone americana. Se la sua profonda anima folk lo ha portato a cantare le strade d'America con la sua chitarra, il suo talento da songwriter gli è valso il titolo di degno erede di Dylan e Springsteen. McDermott aprirà il festival giovedì 15 maggio alle 21 in uno spazio perfetto per la sua sonorità: il Palazzo di città. Sul palco dell'ex Teatro Civico ci sarà anche la moglie Heather Horton, violinista e cantante che spesso impreziosisce i suoi lavori.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Facebook)