Sequestro di pesce e corallo a S.Teresa
La merce era custodita in un casale

di Antonella Brianda | Twitter: @antobrianda
 (foto: foto archivio internet)
(foto: foto archivio internet)


SANTA TERESA GALLURA. Cinquecento chili di sardine e sgombri surgelati, cinque bottarghe fresche, alcune carcasse di tonno sotto taglia, di cui una appena lavorata e altre carbonizzate, numerosi gioielli di corallo rosso e bianco e oro di ingente valore sono stati sequestrati dalla Guardia Costiera di La Maddalena in un casale nelle campagne di Santa Teresa Gallura. Il pescato e i gioielli sono stati ritrovati in seguito ad una perquisizione disposta dalla procura della Repubblica di Tempio Pausania. Il pesce è stato posto sotto sequestro per la violazione della normativa nazionale e comunitaria in materia di conservazione degli alimenti e i preziosi sono stati sequestrati per il reato di ricettazione su disposizione dell’autorità giudiziaria; il proprietario e l’utilizzatore del casale sono invece stati denunciati. 

Sempre a Santa Teresa Gallura, gli uomini della Capitaneria di Porto di La Maddalena hanno sequestrato 41 chili di prodotti ittici in una pescheria ambulante per violazione delle norme nazionali poste a tutela dei consumatori. Il furgone, intestato a una ditta non più in attività, è stato sequestrato perché privo di assicurazione.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: foto archivio internet)